Pesca in zona vietata, controlli della guardia costiera: 14mila euro di multe e sequestri

Durante i controlli sono stati trovati e rimossi 116 attrezzi da pesca posizionati in zone vietate e privi dei simboli di segnalazione. Queste infrazioni hanno portato a sanzioni per un totale di 14.000 euro

Il materiale sequestrato

Proseguono i controlli della Guardia Costiera di Ancona per contrastare la pesca abusiva ed in zone vietate. Dal 13 al 16 luglio, i militari hanno perlustrato il litorale compreso tra la foce del fiume Cesano e la foce del fiume Musone, intercettando 4 natanti da diporto che stavano pescando del tonno rosso ad una distanza dalla costa superiore a quella consentita dalle norme ed in zona vietata.

Durante i controlli sono stati trovati e rimossi 116 attrezzi da pesca posizionati in zone vietate e privi dei simboli di segnalazione. Queste infrazioni hanno portato a sanzioni per un totale di 14.000 euro, nonché al sequestro del prodotto ittico e delle attrezzature da pesca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento