Fase 2, riaprono oltre sessanta parchi: come e quando accedere

Vietata ogni forma di assembramento e affollamento di persone, è obbligatorio mantenere distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Incontro stamani con l'assessore Stefano Foresi

Sono ben sessantasei i parchi cittadini che riaprono domani a seguito dell'ordinanza sindacale dei giorni scorsi, di questi ventidue sono i parchi di grandi dimensioni e sono: Parco Francella e Belvedere, parco Fiorani, Parco degli Ulivi, parco Gabbiano, Cittadella, Parco del Cardeto, pineta e piscina del Passetto, parco Unicef, Parco Rodari, parco via Sacripanti, Parco via San Gaspare, parco Lunetta e San Costanzo, parco via Tiraboschi campetto, parco Piazza Fontana, parco via Tarantelli e D'Acquisto, parco skate via Cambi, parco Montemarino, parco Verbena & Cosmos, Parco Villa Beer, Parco via Fornetto, parco Tiziano, parco via Gioberti.

A controllo degli accessi e assembramenti nei parchi più grandi, i volontari di sei associazioni, della Rete della Protezione Civile comunale, organizzati dall'assessorato alla Protezione civile. Ogni squadra vedrà la presenza di due volontari con un mezzo; se i volontari accerteranno un assembramento di persone, avvertiranno il COC, il centro operativo comunale o la centrale operativa della Polizia locale, che invierà una pattuglia per l'eventuale attività sanzionatoria.  Le aree verdi di dimensione più contenuta verranno presidiate da personale del Comune. E' consentito l’accesso ai parchi ed aree verdi pubbliche presenti nel territorio comunale, dalle ore 7,30 alle ore 20,30 con conseguente divieto di accesso nelle ore notturne comprese tra le ore 20,30 e le ore 7,30 del giorno successivo; l’accesso è condizionato al rigoroso rispetto delle seguenti prescrizioni finalizzate al contenimento della diffusione del contagio da COVID19.

Vietata ogni forma di assembramento e affollamento di persone; è obbligatorio mantenere distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. E' inoltre, vietato l’utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini laddove presenti nei parchi, aree verdi ed in aree pubbliche. Si può svolgere individualmente o con accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività. Restano comunque vietati i giochi o sport collettivi o di squadra.

Questa mattina, alla presenza dell'assessore alla Protezione civile del Comune, Stefano Foresi, si è tenuto un incontro con il personale del Comune che da domani vigilerà nei parchi medio piccoli affinché le disposizioni sopra elencate vengano rispettate.  Ai dipendenti il funzionario incaricato ha distribuito i disposizioni di protezione individuale (pettorine e -a chi sprovvisto-  mascherine e guanti) e ha fornito indicazioni specifiche per la necessaria autotutela in questo e altri possibili contesti. «Ringrazio i nostri dipendenti  – ha detto l'assessore - e in particolare i  volontari che si sono messi, ancora una volta, a disposizione della collettività cittadina e  invito tutti gli anconetani a rispettare, come hanno fatto fino ad oggi, le indicazioni atte a prevenire la diffusione del contagio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento