In lacrime per "Favoloso", l'ultrà-pescatore: sconfitto a 43 anni da un male spietato

Fabio Giovagnoli lavorava al porto ed era un grande tifoso dell'Anconitana: lascia un bambino di soli 4 anni. Fissati i funerali

Fabio Giovagnoli aveva 43 anni

Lutto nel mondo della Curva. Un male spietato ha stroncato Fabio Giovagnoli, conosciuto da tutti come “Favoloso”: aveva 43 anni.

Lo storico ultrà-pescatore, una vita con il Collettivo sin da giovanissimo, era ricoverato da un mese all’ospedale di Torrette per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute: prima dell’estate aveva scoperto una malattia terribile che in pochi mesi l’ha strappato all’affetto dei suoi cari. Grande tifoso dell’Anconitana, lavorava come operatore al mercato ittico ed era molto conosciuto agli Archi dove è cresciuto sin da bambino e dove viveva.

Lascia l’adorato figlio Nicolò, di soli 4 anni, e sua mamma Alessandra, i genitori e le sorelle Marina ed Elena. I funerali si terranno domani (sabato 31 ottobre) alle ore 15 nella chiesa del Crocifisso. I ragazzi della Curva Nord lo ricordano così su Facebook: “Piangiamo un nostro fratello scomparso prematuramente, ci stringiamo forte al dolore della famiglia e degli amici: ciao Favoloso, non ti scorderemo mai”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento