Cronaca

Marcia degli uomini e donne scalzi, corteo a piedi nudi e dalla parte dei migranti

Il corteo provinciale di Ancona, a cui sono invitati a partecipare tutte e tutti, partirà da piazza Roma alle ore 18 e terminerà al porto, luogo simbolo dell'incontro fra popoli, specie nel capoluogo marchigiano, chiamato da secoli "Porta d'Oriente"

ANCONA - La Marcia deglle Donne e degli Uomini Scalzi, in programma venerdì 11 settembre 2015 al Lido di Venezia e in altre città italiane, si terrà anche ad Ancona. Centinaia di persone cammineranno scalze fino al cuore della Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, perché la storia appartenga alle donne e agli uomini scalzi e al nostro camminare insieme, ma, così come richiesto dagli organizzatori, analoghe marce si terranno in molti altri luoghi.

Il corteo provinciale di Ancona, a cui sono invitati a partecipare tutte e tutti, partirà da piazza Roma alle ore 18 e terminerà al porto, luogo simbolo dell’incontro fra popoli, specie nel capoluogo marchigiano, chiamato da secoli “Porta d’Oriente”.

L'obiettivo della Marcia, a Venezia come in tutta Italia, è porre al centro della attenzione le tre necessità non rinviabili che corrispondono ad altrettanti "necessari cambiamenti delle politiche migratorie europee e globali": certezza di corridoi umanitari sicuri per vittime di guerre, catastrofi e dittature; accoglienza degna e rispettosa per tutti; chiusura e smantellamento di tutti i luoghi di concentrazione e detenzione dei migranti.

Il Comitato della provincia di Ancona si è formato lunedì alla Casa delle Culture, grazie alle associazioni e ai singoli cittadini che hanno aderito all’appello lanciato nei giorni scorsi.

Hanno finora aderito al Comitato, oltre a singoli cittadini: Acli Marche, Ambasciata dei Diritti, Amnesty International Ancona, Arci Ancona, Casa delle Culture, Emergency Ancona, Festa dei popoli, Hexperimenta, Nie Wiem, Onsur, Snoq 13 Febbraio Ancona, Teranga Loreto, Terza Via, Time for Peace Marche; Cgil Ancona, Rete Migranti, Fiom Ancona, Cgil Immigrazione, Cisl Ancona, Anolf Ancona; Possibile, Sel Ancona, Prc Ancona; rivista Argo, mensile Urlo.

"Marceremo "scalzi" dal centro della città fino al porto di Ancona - ha affermato l'organizzazione - a simboleggiare una vicinanza fisica ai milioni di persone che travolte dalla necessità si mettono in viaggio per garantire una vita dignitosa per se stesse e per i propri cari. Perchè è arrivato il momento di decidere da che parte stare. È vero che non ci sono soluzioni semplici e che ogni cosa in questo mondo è sempre più complessa. Ma per affrontare i cambiamenti epocali della storia è necessario avere una posizione, sapere quali sono le priorità per poter prendere delle scelte. Noi stiamo dalla parte delle donne e degli uomini scalzi.nvitiamo tutte le persone desiderose di mettersi in marcia l'11 settembre  alle ore 18.00 in Piazza Roma ad Ancona."

Info e adesioni: donneuominiscalzi.provan@gmail.com

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcia degli uomini e donne scalzi, corteo a piedi nudi e dalla parte dei migranti

AnconaToday è in caricamento