rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Incidenti stradali, maglia nera ad Ancona

Nel 2015 le Marche hanno registrato un calo rispetto all'anno precedente superiore alla media nazionale, che si è fermata al -1,4%

Ben 5.333 incidenti stradali che hanno causato 93 morti e 7.606 feriti. E' il ''bollettino di guerra'' fornito dall'Istat relativo ai sinistri stradali che si sono verificati nelle Marche nel 2015. Numeri che, comunque, sono in calo rispetto al 2014: -1,6% di incidenti, -7% di vittime e -3,3% di feriti. A dare la notizia l'Agenzia Dire.

Le province ''maglia nera'' sono Ancona (1.689 incidenti e 23 morti) e Pesaro Urbino (1.221 incidenti e 21 morti). Seguono Macerata (918 sinistri e 22 vittime), Ascoli Piceno (869 sinistri e 13 decessi) e infine Fermo (636 incidenti e 14 vittime). Nel 2015, inoltre, le Marche hanno registrato un calo rispetto all'anno precedente superiore alla media nazionale, che si è fermata al -1,4%. In base agli studi condotti dall'istituto nazionale di statistica i costi sociali degli incidenti stradali ossia gli oneri economici che, a diverso titolo, gravano sulla società a seguito delle conseguenze di un sinistro nel 2015 sono stati di 519,6 milioni di euro nelle Marche (17,5 miliardi in Italia) con un esborso pro capite per i marchigiani di 335,8 euro (288,1 euro mediamente per gli italiani).

L'indice di mortalità piu' elevato si registra nei Comuni di Pesaro, Macerata e Ascoli Piceno dove complessivamente nel 2015 i decessi sono stati 15 a fronte dei nove del 2014. Il maggior numero di scontri stradali in tutto il territorio regionale nel 2015 si e' verificato su strade urbane (3.915 pari al 73,4% del totale) mentre la maggiore concentrazione si registra nel periodo estivo in coincidenza con la mobilita' legata alle vacanze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti stradali, maglia nera ad Ancona

AnconaToday è in caricamento