Corso Garibaldi, riunione tra sindaco ed operatori commerciali per il nuovo arredo

Presentate agli operatori commerciali le nuove soluzioni di arredo. L’intervento rientra nel progetto di riqualificazione della Spina dei Corsi e piazza della Repubblica

Un rendering con il nuovo arredo

Presentate questa mattina agli operatori commerciali di Corso Garibaldi le nuove soluzioni di arredo. L’intervento rientra nel progetto generale di riqualificazione della Spina dei Corsi e piazza della Repubblica. La spina dei corsi vede tre tracciati alternativi per una rete di percorsi interconnessi da collegamenti trasversali, invitanti e diversificati. Piazza della Repubblica costituisce una opportunità di approdo, ripartenza, incontro, scambio, quindi un luogo pubblico rappresentativo dell'identità cittadina legata al rapporto, riconoscibile e significativo, tra città e il mare.

Per quanto riguarda la riqualificazione di Corso Garibaldi, il progetto prevede una serie di arredi diffusi (paline informative, cestini, ecc.) in acciaio zincato e verniciato color corten e isole di arredo e sosta che prevedono elementi polifunzionali sulla stessa linea di materiali e colori: panchina con schienale,  totem funzionale, teca in cristallo, proiettore di immagini, fioriere.

«Questa – ha detto il sindaco Valeria Mancinelli che ha incontrato i commercianti insieme all’assessore al commercio, Pierpaolo Sediari – è una tessera di un mosaico più ampio di un restyling generale che riguarda tutta l’area pedonale e che interessa anche piazza della Repubblica e corso Mazzini dove studiamo lo spostamento degli ambulanti per  riportare anche alla luce la villa romana.  Gli interventi sono vari e articolati. E’ indubbio che, in questa operazione complessiva,  riveste un grande ruolo la sinergia tra pubblico e privati.  Pertanto invito  prima di tutto gli operatori  a coordinare progressivamente anche i loro interventi per avere coerenza estetica con il nuovo volto del corso».

Sulla manutenzione del verde il sindaco ha ipotizzato la collaborazione di ogni commerciante affinché «ciascuno adotti una delle nuove  fioriere per quella manutenzione spicciola, quotidiana, che però favorisce un maggior decoro e vivibilità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento