rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca collemarino

Tenta il furto e scappa in bici, arrestato: nello zaino ha un bottino da 60mila euro

A scoprirlo un anziano che alle 4 del mattino ha sentito dei rumori in casa. Prima il ladro aveva colpito in altri appartamenti. Ad arrestarlo i carabinieri di Ancona

Prima ha tentato il furto nell’appartamento di un anziano poi, vedendosi scoperto, si è dato alla fuga in sella ad una mountain bike. Scoperto un ladro di appartamenti di 23 anni di origine nordafricana. Il ragazzo è stato arrestato dai carabinieri. Nello zaino che aveva con sé nascondeva 60mila euro di refurtiva. È quanto accaduto a Collemarino.  

L’anziano proprietario della casa si è svegliato alle 4 di notte sentendo degli strani rumori. Sceso al piano inferiore dell’appartamento in via Ponte Manarini si è accorto di un’ombra che si è rapidamente dileguata nel buio. Sul posto si sono precipitati i militari del Norm che hanno iniziato a perlustrare la zona cercando il topo d’appartamento. Pochi minuti dopo i carabinieri hanno sorpreso il ragazzo. Lui, dopo aver lanciato in strada la bicicletta, con un balzo ha scavalcato la recinzione e si è dato alla fuga percorrendo la strada in senso contrario. Così è scattato un breve inseguimento in retromarcia finché il 23enne non è stato bloccato in corsa. Il giovane, con precedenti per furto, risiede vicino Foligno ma si trovava ad Ancona perché, stando a quanto riportato, avrebbe dovuto svolgere qui alcuni lavori di carpenteria in un cantiere edile non meglio precisato.

Una volta perquisito, è stato trovato in possesso di un considerevole bottino, quantificato in quasi 60mila euro: nel suo zaino c'erano dispositivi informatici, gioielli e un orologio Rolex d'oro, senza dimenticare la bici di ultima generazione rubata per scappare. Dagli accertamenti è emerso che i gioielli erano stati rubati la notte stessa da un'abitazione di una coppia di anziani residenti a Collemarino. A loro sono stati riconsegnati i preziosi ricordi di una vita prima ancora che si accorgessero del furto. Anche il loro appartamento, infatti, secondo quanto ricostruito dai militari, era stato saccheggiato mentre dormivano e non si sarebbero accorti di nulla.

Questa mattina il 23enne si è presentato davanti al giudice del tribunale di Ancona. Ha patteggiato due anni e sei mesi di reclusione. Ammesso nei suoi confronti il nulla osta per l'espulsione dell'Italia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il furto e scappa in bici, arrestato: nello zaino ha un bottino da 60mila euro

AnconaToday è in caricamento