I ragazzi del movimento CoderDojo in visita alla Caserma della Guardia di Finanza

Gioco e multimedialità hanno caratterizzato il pomeriggio di circa 25 minori, dai 7 ai 12 anni, che si sono cimentati nella creazione di un videogioco

Il movimento CoderDojo in visita alla Guardia di Finanza

Alcuni ragazzi del movimento CoderDojo del capoluogo dorico hanno recentemente fatto visita alla Caserma del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ancona. L’iniziativa si inserisce nel programma per la diffusione della cultura della legalità economica che la Guardia di Finanza ha da tempo promosso a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria.

Gioco e multimedialità hanno caratterizzato il pomeriggio di circa 25 minori, dai 7 ai 12 anni, che si sono cimentati nella creazione di un videogioco che identificasse delle borse con marchio originale, scartando le copie false. Il Comandante del Nucleo di Polizia Tributaria, Col. Massimiliano Di Lucia, ed i suoi stretti collaboratori hanno regalato ai bimbi una giornata indimenticabile, con la esibizione delle unità cinofile, a cui ha fatto seguito la visita alle auto ed ai mezzi blindati. La giornata è terminata con la premiazione dei bambini che hanno anche festeggiato insieme la settimana Europea dedicata alla programmazione (www.codeweek.it). Il movimento CoderDojo, come da statuto, è un laboratorio informatico itinerante gratuito, sempre alla ricerca di nuove sedi dove tenere i propri eventi, nei luoghi più significativi e rappresentativi della città, per far conoscere ai minori ed ai loro genitori le realtà del loro territorio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento