Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Porto, sequestrati dalla Guardia di Finanza 24mila chilogrammi di pellet

La Guardia di Finanza di Ancona, ha rinvenuto e sequestrato 24mila chilogrammi di pellet, destinato al mercato italiano, privo dei requisiti richiesti dal Codice del Consumo

ANCONA - La Guardia di Finanza del capoluogo, in collaborazione con la locale Agenzia delle Dogane, questa mattina, nel porto dorico, ha rinvenuto e sequestrato 24mila chilogrammi di pellet, destinato al mercato italiano, privo dei requisiti richiesti dal Codice del Consumo.

La merce, costituita come noto da segatura essiccata e compressa in piccoli cilindri, era stipata in un autoarticolato condotto da un cittadino bulgaro, appena sbarcato da una motonave proveniente dalla Grecia. Dall'esame dei documenti di accompagnamento, è stato riscontrato che la merce, contenuta in 1600 sacchi da 15 kg ciascuno, per un peso complessivo di 24mila kg, era stata prodotta in Bulgaria.

Considerando che il prodotto era destinato per la vendita sul territorio nazionale, in mancanza delle indicazioni obbligatorie imposte dal Codice del Consumo (nome o ragione sociale del produttore), gli le Fiamme Gialle hanno proceduto al relativo sequestro amministrativo. Intanto, il titolare della ditta destinataria, operante nell'hinterland fiorentino, è stato segnalato alla Camera di Commercio per l'adozione dei conseguenti provvedimenti disciplinari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, sequestrati dalla Guardia di Finanza 24mila chilogrammi di pellet

AnconaToday è in caricamento