Giostre al Passetto, i residenti esasperati: "Abbiamo chiamato la Rai per documentare tutto”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un gruppo di residenti del quartiere Adriatico che si chiedono: "Perché quest'anno le giostre non sono state ospitate nella molto più compatibile area della fiera?"

Le giostre al Passetto nel 2011 (dal web)

“Era il 2011 quando la giunta precedente concesse l'autorizzazione ai giostrai e ai loro ingombranti e rumorosi impianti di occupare una delle aree più belle della città, il Passetto, e sottoporre i residenti per quasi due settimane alla violenza dei loro decibel, agli schiamazzi e ai rifiuti.

Le nostre garbate rimostranze evitarono nei tre anni successivi questo assalto. E adesso... Divieti di sosta validi fino al 7/5 collocati di nascosto nell'unica aree a strisce bianche della zona, privi ovviamente di alcuna spiegazione, ed ecco i TIR...

Lo spirito è sempre lo stesso, quello che unisce in un unico filo rosso la precedente fallimentare gestione della città con quella attuale: infischiarsene della volontà dei cittadini e calpestarne i diritti, in spregio ai watt che bombarderanno fino a tarda notte il Salesi, l'ospedale dei bambini, in spregio ai turisti che hanno scelto di soggiornare nell'elegante hotel prossimo al piazzale (che conserveranno un bel ricordo della nostra città!), in spregio all'area di interesse storico e urbanistico che fa parte del Parco del Conero, in spregio agli abitanti del quartiere, gran parte dei quali anziani (e quindi inoffensivi, vero?), in spregio alla sacralità del Monumento ai Caduti che meriterebbe il rispetto che si deve a chi ha sacrificato la vita per darci un Paese migliore e si ritrova oltraggiato dai fumi delle friggitorie e dal frastuono delle giostre.

E inoltre, qualcuno si ricorda che le balconate che stanno per ospitare le vibrazioni delle giostre sono pericolanti, al punto che si resero necessarie più verifiche da parte dei vigili del fuoco? All'epoca ci fu anche la promessa, ad oggi completamente disattesa, di interventi di ripristino per salvaguardarne la tenuta! Chi garantisce che, sottoposta a queste sollecitazioni, l'area non subisca ulteriori danni e non crei pericoli? Chi si sta facendo carico di questa responsabilità?

Perché quest'anno le giostre non sono state ospitate nella molto più compatibile area della fiera?

Nessuna città in Italia consegnerebbe le sue aree più significative a livello storico o paesaggistico a manifestazioni con un impatto così devastante sull'ambiente. Nessuna città, tranne Ancona...

Non lasceremo che la nostra amarezza questa volta diventi rassegnazione. Abbiamo contattato la Rai per documentare questo scempio.”

Un gruppo di residenti del quartiere Adriatico

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento