menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancona celebra il "Giorno del Ricordo", tutte le iniziative

In occasione del 68° anniversario dell’esodo di migliaia di connazionali dall’ Istria, da Fiume e dalla Dalmazia, si celebra anche quest’anno, martedì 10 febbraio, ad Ancona come in molte altre, il Giorno del Ricordo

In occasione del 68° anniversario dell’esodo di migliaia di connazionali dall’ Istria, da Fiume e dalla Dalmazia, si celebra anche quest’anno, martedì 10 febbraio, ad Ancona come in molte altre, il Giorno del Ricordo. Previsti alcuni appuntamenti realizzati dall’ A.N.V.G.D. - Associazione Nazionale Associazione Amici e Discendenti degli Esuli Venezia Giulia e Dalmazia Giuliani, Istriani, Fiumani e Dalmati.  

Martedì 10 febbraio - alle ore 11.00 alla Facoltà di Economia della Università Politecnica delle Marche in piazza Martelli, 8 Ancona (ex Caserma Villarey), deposizione di una corona d’alloro del Comune di Ancona alla presenza delle autorità civili e militari alla lapide in memoria degli italiani che tra quelle mura trovarono primo asilo. Interverranno il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli e porterà il saluto Franco Rismondo – presidente provinciale ANVGD (ass. Naz.le Venezia Giulia e Dalmazia).

Martedì 10 febbraio alle ore 17.30 nello Spazio incontri della Biblioteca Comunale “L. Benincasa” di Ancona (ingresso da Piazza del Plebiscito 33), nell'ambito delle celebrazioni che si terranno ad Ancona per il Giorno del Ricordo, si svolgerà l'incontro “Migrazioni ed esodi nell'Europa del '900”. Relatore sarà Marco Moroni. Già docente di Storia economica presso la Facoltà di Economia “G.Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche, Marco Moroni, dopo essersi a lungo occupato del mondo mezzadrile e dei processi di industrializzazione della «Terza Italia», si occupa dei processi di sviluppo caratteristici delle regioni dell’Italia centrale, oltre che dei rapporti economici intercorsi fra le due sponde dell’Adriatico. E' autore di numerose pubblicazioni, tra le quali si ricordano "Tra le due sponde dell'Adriatico" , "Le radici dello sviluppo", "Nel medio Adriatico. Risorse, traffici, città fra basso Medioevo ed età moderna".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento