Cronaca Collemarino

Prima le minacce poi il cazzotto, ragazzo disabile picchiato: l'aggressore scappa

«Guai a te se mi tocchi il motorino» avrebbe detto l'aggressore al giovane che stava lavorando ai giardinetti di Collemarino. La vittima lavora con una cooperativa per persone disabili 

Foto di repertorio

Episodio di violenza gratuita a Collemarino. Ieri mattina un ragazzo di 25 anni, mentre era al lavoro e stava pulendo i giardinetti, è stato raggiunto da un cazzotto in pieno volto finendo al pronto soccorso. La vittima, che lavora da un anno e mezzo con una cooperativa per ragazzi con deficit cognitivi, era andato a chiudere lo sportello dell’auto rimasto aperto, quando si è imbattuto nel proprietario di uno scooter parcheggiato proprio lì accanto. 

L'aggressore lo avrebbe avvertito dicendo «Attento al motorino, è nuovo, guai a te se me lo tocchi». Da lì il giovane sarebbe stato colpito con un pugno talmente forte da rompigli il naso e due denti. A portarlo in ospedale il suo collega con cui si trovava insieme al momento dei fatti. L’aggressore, invece, è scappato in sella al motorino. Ora la famiglia del 25enne dovrebbe sporgere denuncia e saranno poi le forze dell’ordine a cercare di identificare l’uomo che, stando ai testimoni, avrebbe una venticinquina di anni, sarebbe di corporatura robusta e tatutato.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima le minacce poi il cazzotto, ragazzo disabile picchiato: l'aggressore scappa

AnconaToday è in caricamento