Cronaca

Elisoccorso, ambulanza di nuovo in pista dopo lo stop "assicurativo"

È arrivato in tarda serata il tagliando dell'assicurazione del mezzo della Croce Verde che assiste Icaro all'ospedale di Torrette. Nessun disagio per i pazienti

L'ambulanza è di nuovo assicurata, ripristinato a pieno regime il servizio tra eliambulanza e l'ospedale regionale di Torrette. Dopo una giornata di fermo, dove comunque il servizio è stato garantito dalla centrale operativa del 118 chiamando in caso di necessità i mezzi disponibili sul territorio (nella fattispecie, la Croce Rossa di Ancona), il mezzo della Croce Verde che fa la spola tra la piazzola d'atterraggio di Icaro e la struttura sanitaria trasportando pazienti, oltre all'equipaggio di medici, rianimatori e infermieri dell'elisoccorso, è tornata operativa. Il tagliandino assicurativo è stato inviato via mail in tarda serata. Tutto ripristinato dunque. Ma come si è creato questo disguido? L'assicurazione dell'ambulanza, scaduta lo scorso 28 febbraio, terminava i canonici 15 giorni di tolleranza alla mezzanotte del 15 marzo. Ieri mattina, giorno 16, alle 7, orario di arrivo dell'eliambulanza sul piazzale di Torrette, il tagliando non era stato ancora inviato. «Non hanno ricevuto la copia perché è stato sbagliato indirizzo mail ma l'ambulanza è regolarmente assicurata» ha tenuto a precisare Roberto Sordoni, responsabile della Croce Verde, inviandoci una mail in redazione. 

Fatto sta che durante la giornata di ieri i responsabili di Ancona Soccorso hanno tentato più volte, invano, di mettersi in contatto con Sordoni. Non avendo notizie di prima mano hanno anche verificato sul web, attraverso il Portale dell'Automobilista, la copertura assicurativa inserendo nella banca dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la targa del mezzo. «Il veicolo non risulta in regola con gli obblighi assicurativi RCA. Se sa di avere in corso un regolare contratto di assicurazione, le raccomandiamo di contattare la sua compagnia», questa la dicitura che è comparsa per tutta la giornata. Nel dubbio, insomma, per tutelare cittadini e lavoratori, Ancona Soccorso ha deciso di lasciare l'ambulanza ai box. L'equipaggio di Icaro è stato trasportato in piazzola con un mezzo aziendale. In un paio di occasioni, attorno all'ora di pranzo, è stata allertata la Croce Rossa. Tutto rientrato, insomma. Nella speranza che il prossimo 28 agosto, data di scadenza dell'attuale periodo assicurativo, la comunicazione tra le parti non incontri nuovi intoppi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elisoccorso, ambulanza di nuovo in pista dopo lo stop "assicurativo"

AnconaToday è in caricamento