Cronaca Quartiere Adriatico

Blitz delle unità cinofile, padre e figlio spacciano droga in casa: arrestati

Da giorni gli agenti tenevano d'occhio alcuni giovani, che entravano nello stabile ed uscivano poco dopo. Lunedì è scattato il blitz con l'ausilio dei cani antidroga

Avevano creato una vera e propria “impresa di famiglia” per spacciare la droga. Sono stati arrestati due cittadini italiani, padre e figlio, di 47 e 19 anni, residenti nel Quartiere Adriatico, con numerosi precedenti per reati in materia di stupefacenti, sorpresi a spacciare droga nella propria abitazione. 

Da giorni gli agenti delle Volanti tenevano d’occhio alcuni giovani, tutti maggiorenni, che entravano nello stabile per pochi minuti riuscendone poco dopo. Ieri (lunedì 25 aprile) è scattato il blitz, con l'ausilio dei cani antidroga. Sul pianerottolo dell’appartamento questa volta non vi erano clienti ma i poliziotti .Di fronte alla richiesta di aprire immediatamente la porta all’interno della casa si è immediatamente scatenato un "fuggi fuggi" generale. Il proprietario di casa è sembrato stupido dell'arrivo degli agenti, con il figlio che nel frattempo era andato in bagno per gettare alcuni dosi di droga dalla finestra. Sotto l'appartamento però c'erano altri poliziotti che hanno raccolto le bustine di cellophane.

Dalla perquisizione i cani poliziotti hanno trovato altre dosi di sostanza stupefacente nascoste dietro i termosifoni dell’abitazione, per un totale di 95 grammi. Nei mobili della camera da letto sono stati trovati anche un taglierino, un rotolo di cellophane e un bilancino di precisione. Accompagnati presso gli Uffici della Questura, dopo le formalità di rito, entrambi sono stati tratti in arresto per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz delle unità cinofile, padre e figlio spacciano droga in casa: arrestati

AnconaToday è in caricamento