Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Sorpresi con cocaina ed hashish, arrestati due ultras

I due, ultras dell'Ancona, sono stati trovati in possesso di hashish e cocaina. Tratti in arresto dovranno rispondere dell'accusa di spaccio e detenzione di droga

La droga sequestrata

ANCONA - Nella giornata di ieri i poliziotti della Squadra Mobile di Ancona hanno arrestato due uomini, già conosciuti per alcuni precedenti di droga e perché frequentatori attivi della tifoseria ultras dell’Ancona 1905.

I due, F.M. di 20 anni e L.R. di 39 anni, entrambi residenti di Ancona, sono stati accusati rispettivamente di spaccio di cocaina e di detenzione ai fini di spaccio di un chilogrammo di hashish e di mezzo etto di cocaina.
Pedinati da tempo, secondo quanto emerso durante la fase investigativa, l’anello più importante della catena di distribuzione dello stupefacente era il ventenne F.M. il quale, ben inserito nell’ambiente del traffico di stupefacenti, aveva le giuste conoscenze per rifornirsi di grossi quantitativi di droga attraverso canali provenienti da altre città. Un giro di affari di migliaia di euro, che ieri mattina è stato stroncato dalla Squadra Mobile di Ancona dopo un’attività investigativa durata diverse settimane. I poliziotti si sono appostati sotto l’abitazione di F.M. e, dopo qualche ora, hanno visto arrivare il 39enne L.R. che andava a rifornirsi. Appena sceso dall’appartamento del “grossista”, gli agenti sono intervenuti bloccando l’acquirente e facendo irruzione nell'abitazione.

Durante la perquisizione a casa gli agenti hanno trovato 10 panetti di hashish, da un etto l’uno oltre a mezzo etto di cocaina nascosto sotto il divano. Il 39enne, invece, è stato sorpreso con 16gr di cocaina nascosti negli slip. L'indagine, coordinata dalla Dott.ssa Mariangela Farneti, Sost. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, si è conclusa con l'arresto di F.M. e con gli arresti domiciliari del 39enne.

L.R. difeso dall'avv. Alessandro Scaloni, ha rigettato le accuse di spaccio, confermando di essere un assuntore di sostanze stupefacenti, che però in questo momento di sta curando. Per lui si è tenuto questa mattina il processo per direttissima. L'avv. Scaloni ha chiesto i termini a difesa ed il 39enne è stato rimesso in libertà. F.M, invece, è difeso dall'avv Francesco Nucera, è in attesa della convalida di fronte al gip.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi con cocaina ed hashish, arrestati due ultras

AnconaToday è in caricamento