Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Picchiata dallo stalker conosciuto per caso, nei guai un 40enne

L'uomo si era invaghito della ragazza, conosciuta lo scorso anno in un locale della zona. Non accettando i continui rifiuti della donna, aveva iniziato le molestie, sfociate in una brutale aggressione con calci e pugni

ANCONA - Il personale della Squadra Mobile della Questura di Ancona ha chiuso una indagine effettuata nei confronti di un 40enne, nullafacente, residente nel capoluogo e già noto alle Forze dell’Ordine, il quale dopo essersi invaghito di una ragazza conosciuta lo scorso anno in un locale della zona, aveva iniziato a molestarla ripetutamente.

La ragazza, una 32enne di Falconara, aveva inizialmente pensato di poter gestire la cosa da sola, ma come nei casi classici di stalking la vicenda aveva avuto una pericolosa escalation, al punto che il 40enne, all’ennesimo rifiuto, l'aveva aggredita, aspettandola sotto casa e colpendola con calci e pugni. La ragazza aveva subito varie lesioni, con una prognosi di 12 giorni.
L’ uomo era solito anche "fare la posta” (il verbo inglese to stalk si traduce proprio così, ed è riferito ai cacciatori che inseguono la preda) alla donna sotto casa, arrivando a minacciare anche la madre, intervenuta in varie occasioni a difesa della figlia. In conseguenza delle ripetute molestie e minacce, secondo gli agenti, la 32enne aveva maturato un “grave e perdurante stato di ansia e di paura” e un “fondato timore per la incolumità propria e della madre”, eventi che se dimostrati, porterebbero ad ipotizzare a carico dello stalker il ben più grave reato di “atti persecutori", piuttosto che i molto meno gravi reati di molestie e minacce.

A carico dell’ indagato è stata depositata una corposa informativa alla Procura della Repubblica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata dallo stalker conosciuto per caso, nei guai un 40enne

AnconaToday è in caricamento