Donazioni, Estra Prometeo mette in campo 25mila euro per sostenere la sanità locale

Il gruppo ha deciso di mettere in campo migliaia di euro per vari ospedali d'Italia, tra cui quello di Ancona. Il presidente Marco Gnocchini: «Non ci tiriamo indietro neppure questa volta»

A sostegno degli Ospedali Riuniti di Ancona una donazione effettuata da Estra Prometeo. Il Gruppo Estra ha deciso di mettere in campo risorse economiche a supporto dei territori, individuando negli ospedali delle quattro città sede dei propri soci (Prato, Arezzo, Siena e Ancona) le strutture beneficiarie di un contributo complessivo di 100 mila euro: 25 mila euro a ospedale. Saranno le direzioni degli stessi ospedali, a cui è stato annunciato il contributo, a decidere come impiegare le risorse per arginare l’emergenza sanitaria. Gli altri contributi sono andati agli  ospedali San Donato di Arezzo (USL Toscana Sud-Est), Le Scotte di Siena (Azienda Ospedaliero-Universitaria Senese) e Santo Stefano di Prato (USL Toscana Centro).

GUARDA IL VIDEO 

«Il nostro comportamento in questa occasione – dichiarano Chiara Sciascia, consigliera di amministrazione di Estra Spa e Marco Gnocchini, presidente di EstraPrometeo - non è diverso da quello che abbiamo tenuto anche in altri sfortunati momenti, come quello del terremoto nel Centro Italia di quasi tre anni fa. Non ci tiriamo indietro neppure questa volta. Proprio in questi territori abbiamo trovato origine e persino le ragioni di un costante sviluppo. Per questo abbiamo scelto di devolvere risorse economiche ai nostri ospedali, i veri baluardi di questa battaglia contro il Covid – 19». . 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In questo momento concitato e difficile per la vita degli operatori sanitari impegnati sul fronte del Covid – 19 - afferma Michele Caporossi, direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona -  il conforto che ci arriva da atti di solidarietà come questo è fortissimo, perchè ci fa capire come fuori dall’ospedale ci sia uno spirito fraterno capace di portarci più in fretta fuori dall’ emergenza. Destineremo le provvidenze all’acquisto immediato di tecnologie e dispositivi di protezione. Grazie di cuore da parte di tutto l’ospedale». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento