menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno striscione di protesta a Sappanico

Uno striscione di protesta a Sappanico

La frazione dimenticata ora sorride: c'è un tesoretto per il restyling della strada

Dopo polemiche e cortei di protesta, la Provincia stanzia 800.000 euro per Sappanico. Rudere a rischio crollo: per la demolizione serve l'ok della Soprintendenza

Dopo cortei e proteste (GUARDA IL VIDEO), sono arrivate finalmente notizie confortanti per gli abitanti di Sappanico nell’ambito dell’assemblea pubblica organizzata dal presidente del Ctp9 Fiorenzo Pistelli, a cui hanno partecipato il presidente della Provincia Luigi Cerioni, la sindaca Valeria Mancinelli e gli assessori Stefano Foresi e Paolo Manarini.

Aggiornamenti importanti arrivano dalla Provincia che ha promesso di investire 800.000 euro per il rifacimento e l’allargamento della strada (diventerà a due corsie) con eliminazione della strettoia in cui si sono verificati numerosi incidenti. «Sono stati fatti dei sopralluoghi nel 2019 - si legge in una nota dei cittadini - e dato il via a un iter che prevede una spesa di circa 800.000 euro cifra che verra’ messa a bilancio per il 2022 e 2023 in quote uguali. Il Comune metterà a bilancio per il 2021 la quota per gli espropri».

Il rudere divenuto di proprietà del Comune dal 2009 con una spesa complessiva di 210mila euro, alla fine di un lungo contenzioso, «è in stato di progetto per la demolizione, con riqualificazione dell’area in un parcheggio per la cittadinanza. Il sindaco ha ammesso i ritardi di alcuni passaggi dovuti anche al Covid che ha rallentato le procedure negli uffici pubblici». Dunque, l’edificio verrà abbattuto per realizzare un parcheggio al servizio della frazione: tuttavia, trattandosi di un immobile pubblico vecchio più di 70 anni, c’è da aspettare il parere positivo della Soprintendenza, benché sia in totale degrado e a rischio crollo.

Degrado, si allarga la protesta: 5 frazioni in piazza - IL VIDEO 

Nuovi crolli a Sappanico, cresce la rabbia dei residenti - IL VIDEO 

Foresi non ci sta: «In linea con le promesse»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento