Caso sospetto, il tribunale chiude i battenti: scatta la sanificazione d'urgenza

Tutte le udienze verranno celebrate in Corte d'Appello: la comunicazione è arrivata in extremis agli avvocati

Foto di repertorio

Il tribunale chiude i battenti per una sanificazione immediata. La decisione, repentina, è stata presa ieri pomeriggio dalla presidenza del tribunale e comunicata a tutti i dipendenti e al presidente dell’Ordine degli avvocati, Maurizio Miranda, il quale a sua volta ha provveduto a contattare tutti i colleghi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi, dunque, il tribunale resterà chiuso per consentire l’intervento di sanificazione che non era stato programmato: si sarebbe verificato un caso sospetto di Covid. Tutte le udienze in programma verranno celebrate in Corte d’Appello. Chiuse le cancellerie, che non saranno raggiungibili nemmeno al telefono, così come l’Unep. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento