menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri in piazza Roma

Carabinieri in piazza Roma

Coprifuoco violato, si giustificano: «Non abbiamo il Covid, pensavamo di poter uscire»

I carabinieri hanno effettuato controlli in tutta la provincia. Verifiche a tappeto per il rispetto del coprifuoco e delle normative anti contagio

Controlli, multe e qualche giustificazione poco credibile: i carabinieri del Comando provinciale di Ancona hanno svolto durante il fine settimana controlli a tappeto sul territorio provinciale anconetano. L'obiettivo era quello di verificare il rispetto della normativa per il contenimento del virus Covid-19 e di prevenire l’abuso di sostanze alcooliche e l’uso di sostanze stupefacenti, oltre che l’illegalità diffusa. Sono stati impiegati 104 militari e 52 automezzi. Durante il servizio sono state controllate 590 persone, 323 autoveicoli e 124 esercizi pubblici. I controlli hanno fruttato due denunce per guida in stato di ebbrezza, la chiusura di due locali e multe per 39 persone che non hanno rispettato la normativa anti contagio (una persona per non aver indossato la mascherina, tre per il mancato rispetto del divieto di spostamenti tra regioni, 11 perché consumavano alcool all’interno di locali dopo le 18,00 e 24 perché si trovavano fuori casa dopo le dieci di sera senza un giustificato motivo). Multate anche due persone in stato di  ubriachezza molesta e segnalati due giovani per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale non terapeutico.  

Ad Ancona, i carabinieri della Radiomobile hanno denunciato per guida in stato d’ebbrezza un 25enne. Il tagazzo guidava la sua auto con un tasso alcolemico 3 volte superiore il limite consentito. Per lui è scattato anche il ritiro della patente. Sempre nel capoluogo dorico i carabinieri hanno controllato due persone di origine straniera che, ubriachi, sono stati sorpresi in giro dopo le 22. Entrambi si sono giustificati dicendo di non avere il Covid e che non sapevano di non poter uscire a quell’ora, ma ciò non è servito ad evitargli le due sanzioni, una per la normativa Covid e l’altra per l’ubriachezza molesta.


I militari hanno controllato anche il territorio di Senigallia. Sabato sera verso le 19 gli uomini della Radiomobile hanno multato il titolare di una birreria e hanno disposto la chiusura di 5 giorni del locale. L'uomo è stato sorpreso mentre stava servendo da bere a nove clienti presenti all’interno del bar. Aveva abbassato la saracinesca del locale ma all’interno continuava la sua attività al tavolo anche dopo le 18. Multate anche le persone all'interno. Sempre a Senigallia e ad Ostra, i militari hanno multato due persone che, ubriachi, stavano infastidendo dei passanti del centro. 

Verifiche anche a Serra de' Conti dove i militari della Stazione hanno chiuso un locale per cinque giorni e sanzionato il gestore poiché serviva bevande a due clienti (sanzionati anche loro) seduti al tavolo dopo le 18. Ancora, a Fabriano un 19enne stava guidando l'auto con un tasso alcolemico pari a 4 volte il limite consentito: per lui patente di guida ritirata ed autovettura confiscata. Controlli sono stati effettuati anche nei comuni di Osimo e di Jesi dove i Carabinieri hanno sanzionato sei persone in giro dopo le 22.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuole chiuse in tutta la città: il sindaco firma l'ordinanza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento