menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La task force della Polizia

La task force della Polizia

Ancona blindata, in azione la task force della Polizia: un arresto e cinque denunce

Serrati i controlli della Polizia nei luoghi maggiormente frequentati da pregiudicati e tossicodipendenti, nelle zone del centro, Piano San Lazzaro, Stazione centrale e nel quartiere Archi

La Polizia di Stato, da ieri (mercoledì 11 maggio), è in azione con la speciale task force, composta dagli equipaggi delle Squadre Volanti, della Squadra Mobile, Polfer, pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Umbria/Marche, Unità Cinofile, Reparto Volo di Pescara, Squadra Nautica ed equipaggi della Polizia Stradale. Nella giornata di ieri sono stati controllate i luoghi maggiormente frequentati da pregiudicati, tossicodipendenti e borderline nelle zone del centro, Piano San Lazzaro, Stazione centrale e nel quartiere Archi. In totale gli agenti hanno eseguito arresto, 5 denunce, con 241 persone controllate, 148 veicoli ispezionati, 8 locali controllati e 16 sanzioni al Codice della Strada effettuate.

Durante uno controllo, ieri sera (mercoledì'), sono stati accompagnati in Questura tre cittadini extracomunitari, di cui due marocchini ed un somalo, che passeggiavano nei prezzi di P.le Loreto. I tre sono stati denunciati per il reato di clandestinità e sottoposti alle procedure di espulsione dal territorio nazionale. Sempre nella giornata di ieri gli agenti sono intervenuti a seguito di 4 differenti tentativi di truffa, commessi da falsi avvocatiIl fenomeno, che vede coinvolte un po’ tutte le città d’Italia, colpisce prevalentemente persone anziane che vengono contattate da fantasmagorici studi legali o falsi uffici di polizia che richiedono il pagamento di cifre che si aggirano intorno ai 4000/5000 euro per sistemare pratiche relative a finti incidenti stradali occorsi a stretti parenti delle vittime. Di lì a poco le persone truffate vengono raggiunte nelle proprie abitazioni da finti avvocati o poliziotti o carabinieri, che prelevano il denaro e, spesso, rubano anche monili in oro e altri oggetti di valore. I tentativi di truffa aggravata commessi nella sola giornata di ieri, sono avvenuti in Via B. Bianche, Via Michelangelo Buonarroti e due episodi in via Pesaro. Nella tarda mattinata gli agenti hanno bloccato due uomini, di cui uno pregiudicato, entrambi di Napoli, che stavano per consumare una truffa, già segnalata in precedenza dalle vittime. I due sono stati denunciati per truffa aggravata e continuata oltre ad essere muniti di foglio di via ed allontanati dal Comune di Ancona.

Martedì sera invece, gli agenti hanno arrestato un uomo di 41 anni, albanese e pluripregiudicato, responsabile di un tentativo di estorsione ai danni di un imprenditore di Lecco. L'uomo, E.C., è stato bloccato mentre cercata di lasciare il Paese, attraverso la frontiera Marittima di Ancona. L'uomo è stato bloccato su una banchina del Porto ed arrestato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento