Nasce "Coni Ragazzi", per uno sport gratuito ed accessibile a tutti

In cosa consiste? Nella possibilità per i bambini tra i 5 ed i 13 anni, appartenenti a famiglie non abbienti o residenti in quartieri cittadini a rischio disagio sociale, di svolgere attività sportiva per 2 ore a settimana, in modo gratuito

ANCONA, 14 SETTEMBRE 2015 – Nasce Coni Ragazzi. Da ottobre e per 23 settimane, le famiglie marchigiane meno agiate potranno far praticare, gratuitamente, l’attività sportiva ai propri figli dai 5 ai 13 anni. Un’azione concreta per affermare il diritto allo sport. Un diritto universale e del quale, dunque, nessuno può essere privato. Tanto meno per motivi economici e soprattutto in un momento di crisi come questo in cui molte famiglie versano in difficoltà e tendono a tagliare le spese. Ma sullo sport non si può risparmiare, soprattutto quando riguarda i più piccoli. Perché sport significa tutela della salute e sviluppo del benessere psico-fisico. Ecco allora nascere Coni Ragazzi, grazie all’Accordo di collaborazione siglato tra la presidenza del Consiglio dei ministri, il Coni ed il ministero della Salute.

In cosa consiste? Nella possibilità per i bambini di età compresa tra i 5 ed i 13 anni, appartenenti a famiglie non abbienti o residenti in quartieri cittadini a rischio disagio sociale, di svolgere attività sportiva pomeridiana per 2 ore a settimana, in modo gratuito. Oltre a praticare una disciplina sportiva, i ragazzi potranno seguire una campagna informativa sui corretti stili di vita, attraverso eventi creati ad hoc dal Coni, e partecipare alla Giornata nazionale dello Sport e della Prevenzione, che si terrà su tutti i principali campi di gioco della massima serie delle più importanti discipline sportive a squadra.

Grazie al finanziamento di Coni, presidenza del Consiglio dei ministri e ministero della Salute, le associazioni e le società sportive della regione, che saranno selezionate tramite bando, metteranno a disposizione i loro tecnici e le loro strutture gratuitamente. Le società interessate hanno tempo tempo fino a mercoledì prossimo, 23 settembre, alle 12, per presentare la loro candidatura. Ogni società - scelta in base a precisi criteri, consultabili all'indirizzo https://www.coniragazzi.it/ - potrà offrire ai bambini e ragazzi partecipanti lo svolgimento della sola disciplina sportiva per la quale è iscritta nel Registro nazionale delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche del Coni.

Incoraggiare i bambini a svolgere attività fisica, facilitandone il processo di crescita sana dal punto di vista logico, motorio e relazionale, promuovere abitudini di vita salutari, contrastando l’obesità infantile e promuovere i valori educativi dello sport, come lo spirito di gruppo e l’inclusione sociale, sono i principali obiettivi che si pone il nuovo progetto Coni. L’attività inizierà ad ottobre e si protrarrà per circa 23 settimane, escluse le festività come da calendario scolastico. Quattro i Comuni delle Marche in cui si svolgerà il progetto. Ancona, con i singoli quartieri di Archi e Ponterosso-Brecce Bianche, Grottammare (Ascoli Piceno), Civitanova Marche e Corridonia (Macerata). Una volta conclusa la fase di selezione delle associazioni e delle società sportive, per le famiglie sarà possibile iscrivere i propri figli al progetto seguendo un'apposita procedura online. I Coni Point provinciali sono a disposizione delle famiglie che avessero necessità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento