Cronaca

Una ricercatrice in più al Museo Archeologico grazie ai fondi del Soroptimist

Borsa di studio per consentire la catalogazione di reperti romani. Di "donne e archeologia" parlerà la direttrice del museo Frapiccini in occasione dell'8 Marzo del Club

Una borsa di studio al femminile per esaminare e schedare reperti romani al Museo Archeologico delle Marche. L'iniziativa del Soroptimist Club di Ancona si è tradotta in un'occasione di lavoro per Federica Galazzi, giovane archeologa anconetana, da qualche settimana a Palazzo Ferretti al fianco della direttrice Nicoletta Frapiccini. I risultati del progetto “Una donna per l'Archeologia” saranno presentati proprio in occasione della Festa della Donna, mercoledì 8 marzo, durante la conviviale del Club che si terrà all'hotel Passetto di Ancona. Proprio la Frapiccini sarà ospite della serata per illustrare il ruolo delle donne nel mondo dell'archeologia, della ricerca e dello studio. Campi scientifici in passato preclusi al mondo femminile anche se «già dalla fine del XIX secolo alcune “pioniere” erano riuscite a superare le barriere della discriminazione sessista introducendo una prospettiva femminile nel campo della storia e intraprendendo esse stesse, in prima persona, ricerche che talora le hanno condotte anche a indagini sul campo» spiega la direttrice.  

Per le Marche saranno ricordate le figure di Liliana Mercando, soprintendente negli anni '70 cui si devono numerosi e complessi studi specialmente per l’Età Romana, e della successiva soprintendente, Delia Lollini, particolarmente attenta a tutta la civiltà Picena. Tornando all'iniziativa del Soroptimist, la borsa di studio è stata assegnata dopo un attento esame dei numerosi curricula pervenuti. «La vincitrice ha accettato con molto entusiasmo l'incarico – commenta Antonietta Daniele, presidente del Soroptimist di Ancona – Da parte nostra abbiamo già provveduto a erogare la prima tranche della borsa di studio. Questa iniziativa, rivolta a una donna, riflette la grande attenzione nei riguardi del percorso di sviluppo al femminile per il quale formazione ed esperienza lavorativa rappresentano fattori di di crescita personale e professionale».  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una ricercatrice in più al Museo Archeologico grazie ai fondi del Soroptimist

AnconaToday è in caricamento