Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Ponterosso / Via Luigi Ruggeri

Non ha il biglietto dell'autobus e finge di chiamarsi «Yu Gi Oh»: denunciata

La donna si è rifiutata di declinare le proprie generalità al controllore. Agli agenti invece ha detto di chiamarsi «Yu Gi Oh», come il celebre manga giapponese

«Il mio nome è Yu Gi Oh». Ad affermarlo è stata una donna asiatica, sorpresa all'interno di un autobus senza il biglietto. Fermata da un controllore, la donna si è prima rifiutata di declinare le proprie generalità. Poi sul posto sono arrivati gli agenti di Polizia. A quel punto la 40enne ha detto ai poliziotti di non avere i documenti e di chiamarsi «Yu Gi Oh», stesso nome del celebre manga e gioco di carte collezionabili.

Gli agenti l'hanno invitata a salire sulla Pantera per essere accompagnata in Questura. In quel momento però, la donna ha tirato fuori dalla borsa non solo il passaporto, ma anche il permesso di soggiorno e la carta d'identità. Il suo nome era completamente diverso e la sua residenza non era in Toscana, come affermato in precedenza, ma in Corso Carlo Alberto. Per la donna è scattata la denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non ha il biglietto dell'autobus e finge di chiamarsi «Yu Gi Oh»: denunciata

AnconaToday è in caricamento