menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione dell'iniziativa in Comune con il Sindaco

La presentazione dell'iniziativa in Comune con il Sindaco

"Ancona assistenza": Rotary club e Cuorevivo Onlus uniti per gli anziani

Il progetto nasce per sostenere una delle fasce più bisognose di assistenza e di contrastare la solitudine degli anziani

Il Sindaco Valeria Mancinelli ha firmato giovedì 18 giugno il protocollo d'intesa che dà il via al progetto Ancona connette i suoi anziani, reso possibile grazie alla collaborazione e al sostegno finanziario di Rotary club Ancona Conero e  Associazione Cuorevivo Onlus. «Il progetto – hanno spiegato il presidente Rotary, il cardiologo Roberto Antonicelli e il vicepresidente CuoreVivo onlus, Vincenzo Cardoni - nasce dall'obiettivo di sostenere una delle fasce più bisognose di assistenza e di contrastare la solitudine degli anziani e ridurne l'isolamento».  «Tutto questo - ha sottolineato l'assessore alle Politiche sociali Emma Capogrossi-  favorendo la domiciliarità, mantenendo cioè quanto più possibile l'anziano in condizione di autonomia all'interno del proprio ambiente familiare e del proprio contesto abitativo e relazionale costruendo intorno a lui una rete sociale tra le pubbliche istituzioni, il volontariato, il privato e le con riferimento anche alla promozione dello stato di salute».  Un servizio, quello dell'assistenza agli anziani a casa, che il Comune svolge da molti anni attraverso i sistemi di telecontrollo e telesoccorso, gestito attraverso la centrale operativa della residenza per anziani Benincasa.

La donazione destinata al Comune di Ancona da parte del Rotary Club Ancona Conero e dell’Associazione CuoreVivo Onlus, oltre quarantamila euro, è mirata alla realizzazione di un progetto avente valenza principalmente socio-assistenziale che potrà assumere, laddove desiderato e ritenuto opportuno, anche carattere di monitoraggio di aspetti di salute, screening, prevenzione. La nota chirisce: «Si prevede infatti la fornitura da parte della società specializzata in Telemedicina e Health Care “TeleMedware”  di una piattaforma software costituita da app per smartphone, lato “cittadino, e “Centrale di ascolto”, lato operatori, che consenta la connessione tra operatori opportunamente formati, da un lato,  e soggetti “fragili” (tipicamente anziani) dall'altro, al fine di offrire forme di supporto a questi ultimi e contrastare l’isolamento a cui vanno spesso incontro.  Connessione che si avvarrà necessariamente di strumenti tecnologici oggi ormai entrati a far parte delle nostre vite di ogni giorno». Gli operatori della centrale del Benincasa, dotati di una piattaforma digitale di tele-assistenza, potranno così offrire sostegno ad utenti del territorio in collegamento con loro attraverso una app dedicata per smartphone realizzata in seno alla medesima piattaforma.  I soggetti fragili seguiti dalla centrale, potranno inoltre essere dotati di strumenti medicali di semplice utilizzo che consenta loro di misurare autonomamente i propri parametri vitali. In una prima fase sperimentale, i kit di dispositivi medicali potranno essere eventualmente essere dati in dotazione agli utenti per periodi limitati, quindi fatti ruotare tra gli utenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Gf Vip, Andrea Zenga eliminato dalla casa: «Mi hanno massacrato»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento