rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Scrima / Via Ascoli Piceno

La lite per un carico di calcinacci finisce male: spacca tre denti al collega e lo manda all'ospedale

Arrestato un albanese di 35 anni vicino via Ascoli Piceno. Sul posto le Volanti della polizia e il 118

ANCONA - Ha aggredito a colpi di badile un suo collega dopo aver avuto con lui una discussione su chi dovesse trasportare dei calcinacci. Erano circa le 20 ieri sera in via Ascoli Piceno quando al Nue 112 è arrivata la segnalazione di una violenta lite. 

Arrivati sul posto gli agenti delle Volanti hanno trovato un italiano di 41 anni (già noto alle forze dell’ordine) pieno di ferite e lividi sul collo e in faccia. Ha raccontato di essere stato picchiato da un suo collega che gli aveva anche rotto tre denti. Il diverbio sarebbe scattato per ragioni lavorative visto che i due erano entrambi operai edili. Il collega, dopo averlo picchiato, era poi scappato verso il centro città. Sul posto è intervenuto il personale del 118 e il 41enne è stato soccorso e trasportato al Pronto Soccorso di Torrette.

Non distante dal luogo del parapiglia i poliziotti hanno rintracciato l’aggressore, albanese di 35 anni, completamente ubriaco e anche lui con vari precedenti per resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Nonostante i testimoni e le mani gonfie a causa dei colpi inflitti al collega, il presunto aggressore ha negato di aver mai picchiato quell'uomo ma che la discussione era avvenuta solo verbalmente. A confermare però l'aggressione sono stati i diversi testimoni che hanno assistito alla scena in strada. Alla luce di quanto accertato, l’albanese,  dopo essere stato accompagnato in Questura per ulteriori accertamenti, è stato arrestato per il reato di lesioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lite per un carico di calcinacci finisce male: spacca tre denti al collega e lo manda all'ospedale

AnconaToday è in caricamento