menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In autostrada a 247 chilometri orari, poi si fa il selfie per far colpo sulla "bionda"

Un giovane anconetano ha lanciato i suo bolide a tutta velocità ma la bravata su Facebook gli è costata una pesante multa

La bravata gli è costata una multa salata ma, nonostante questo, un 23enne anconetano non è sembrato particolarmente dispiaciuto di quanto accaduto. Il giovane, secondo quanto emerso, al volante della sua fiammante Porsche ha lanciato il bolide in A14 fino ai 247 chilometri all'ora, nel tratto tra Ancona e Loreto e ritorno, e incurante del pericolo ha voluto immortalare il contachilometri con un selfie per poi condividerlo su Facebook. La foto ha iniziato a fare il giro dei social network fino a quando è capitata sotto gli occhi di un agente della polizia di Stato il quale, a sua volta, l'ha girata ai colleghi della polizia Autostradale. Questi ultimi, grazie al nome e cognome del profilo Facebook, ci hanno messo poco a riuscire ad individuare l'identità del giovane. Il passo successivo è stato quello di analizzare i dati del Telepass e, in poco tempo, è stato possibile risalire al 23enne e convocarlo negli uffici della Polstrada. Il ragazzo si è presentato al volante della Porsche e, quando gli sono state fatte vedere le foto della sua bravata, ha spiegato di aver spinto sull'acceleratore per far colpo sulla ragazza che era con lui. Una giustificazione che non ha impietosito nessuno tanto che gli sono state notificate due multe da 400 euro l'una e la decurtazione di 6 punti dalla patente. 

Ma il giovane, che ha contattato la nostra redazione, ha replicato così: «In quel tratto in cui ho fatto la foto non superavo il limite di velocità infatti la polizia non mi ha multato per quello, bensì per gli altri punti in cui avevo suoerato il limite, ma mai sopra i 150 chilometri orari. Quella foto postata sul social era un montaggio fatto per scherzo, tanto che ho mostrato alla Polizia lo stesso cruscotto con velocita di 900 all'ora per dimostrare come fosse tutto un gioco. Comunque contesto le accuse in più faró ricorso perchè l'apparecchio telepass non è omologato per emettere multe per il superamento del limite di velocità. Per quanto la bionda avevo fatto una battuta dicendo solo che "avevo fetta di portare a casa una ragazza".  

L'ARTICOLO DI RIMINI TODAY

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento