rotate-mobile
Cronaca

Amianto, arrivano i contributi per smaltirlo: tante le richieste arrivate alla Regione

Il contributo sarà pari al 60% dei costi sostenuti per la rimozione e smaltimento ed al 100% se l'intervento è abbinato all'installazione contestuale di pannelli fotovoltaici o solari in sostituzione della copertura in amianto

ANCONA - Le Marche stanziano 200.000 euro per la concessione di contributi regionali alle famiglie, per la rimozione e lo smaltimento di piccoli quantitativi di rifiuti contenenti amianto.

«Ho ricevuto tantissime richieste di informazioni su questo avviso- spiega l'assessore regionale all'Ambiente Stefano Aguzzi annunciando la pubblicazione dell'avviso- perchè ci sono molti cittadini interessati al contributo della Regione Marche per la rimozione e lo smaltimento dell'amianto: questo è un buon segnale che dimostra l'attenzione di tanti per il rispetto dell'ambiente e della salute pubblica. Ci auguriamo di poter esaudire le richieste di tutti coloro che presenteranno la richiesta ma se i 200.000 euro messi a disposizione da bilancio regionale non dovessero essere sufficienti sono intenzionato a cercare altri fondi in futuro». I contributi sono rivolti direttamente ai privati e riguardano i lavori già realizzati e pagati dalle famiglie a partire dal 15 maggio 2020 (giorno in cui è entrata in vigore la legge regionale di rimozione e smaltimento di materiali contenenti amianto in edifici residenziali). Il contributo sarà pari al 60% dei costi sostenuti per la rimozione e smaltimento ed al 100% se l'intervento è abbinato all'installazione contestuale di pannelli fotovoltaici o solari in sostituzione della copertura in amianto. In ogni caso i contributi sono concessi a fondo perduto entro un massimale di 2.000 euro per ciascuna domanda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto, arrivano i contributi per smaltirlo: tante le richieste arrivate alla Regione

AnconaToday è in caricamento