Musone: Loreto capofila nel primo contratto di fiume

Approvati i primi obiettivi strategici e le azioni del contratto di fiume Musone. La città mariana alla guida di un’importante intesa formalizzata tra i 18 comuni bagnati dal corso d’acqua

Fiume Musone (rivieradelconero.info)

Contrastare il rischio idrogeologico da erosione e alluvioni, migliorare la qualità delle acque fluviali e riqualificare dal punto di vista turistico le aree prossime al Musone. Sono questi gli obiettivi strategici dell’accordo approvato oggi (16 novembre ndr) a Loreto nel corso dell’Assemblea Generale per il contratto del fiume Musone, che è il primo delle Marche nel quale un gruppo di comuni riesce a realizzare un’intesa per attuare interventi condivisi, congiunti e programmati, quindi non più sporadici e isolati, per tutelare il bacino fluviale dalla sorgente alla foce. Oltre ai 18 comuni bagnati dal Musone, sono coinvolti la Regione Marche, l’Ato3, i gestori idrici, il Consorzio di Bonifiche Marche, le associazioni turistiche, il Parco del Conero, le associazioni ambientaliste, l’Associazione Riviera del Conero e il WWF.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

‘Quello siglato oggi è un accordo importante e al tempo stesso un grande risultato – spiega l’assessore comunale all’ambiente Pamela Flamini – sia perché è il primo ad arrivare all’approvazione nelle Marche, sia perché coinvolge e mette in rete 18 comuni. Il nostro auspicio è che questo accordo porti importanti frutti nei nostri territori’. Tra i protocolli da sottoscrivere, la riqualifica delle acque della foce del Musone, attraverso l’accesso a fondi europei e la realizzazione di un unico regolamento di polizia rurale per l’intero bacino con l’obiettivo di uniformare le regole e le azioni, oltre che di aderire alla REM (Rete Ecologica Marchigiana).  Per quanto riguarda la riqualificazione turistica, è prevista la realizzazione di percorsi di mobilità sostenibile che garantiscano il collegamento della costa con l’entroterra, costeggiando il fiume Musone e allacciandosi alla Ciclovia Adriatica, già finanziata dalla Regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento