Non si ferma all'"alt" della paletta, rischia di investire carabiniere: scatta l'inseguimento

E’ così scattato un inseguimento

Foto di repertorio

Non si ferma all’”atl”, rischia di investire carabiniere e scatta l’inseguimento. C’è mancato poco che non finisse male per un militare anconetano questa mattina quando, al  posto di controllo dei carabinieri di Brecce Bianche, è sopraggiunta una Fiat Punto azzurra in via Caduti del Lavoro. Alla vista dell’auto, lanciata sopra il limite mentre sbandava, i carabinieri hanno intimato l’art ma il conducente, un cittadino marocchino di 41 anni, non solo non si è fermato ma non ha neppure rallentato, rischiando di travolgere il carabiniere con la paletta alzata, che ha evitato il peggio solo perché si è lanciato all’indietro. 

E’ così scattato un inseguimento lungo via Caduti del Lavoro, fino al centro commerciale Obi dove l’auto è stata bloccata. I militari hanno fermato l’uomo e trovato nell’auto mezzo grammo di cocaina e strumenti per lo scasso. Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Addio a Attilio Sciarrillo, titolare della farmacia di via Ascoli Piceno

Torna su
AnconaToday è in caricamento