Cronaca

Addio al «ragazzo che emetteva luce»: Ali è morto a 30 anni

La città di Barbara piange la morte del giovane sconfitto da una lunga e terribile malattia. I commenti commossi dei suoi amici sui social e tante foto per onorare la sua solarità e il suo entusiasmo

Ali Hadergjonaj

A soli trent'anni è morto sabato 10 luglio Ali Hadergjonaj, ragazzo di origini kosovare cresciuto nella città di Barbara, cittadina vicino Senigallia. Dopo una lunga e sofferta malattia si è spento gettando nello sconforto l'intera comunità. 

Ali prima di ammalarsi aveva lavorato a Serra de’ Conti in una torneria automatica. Tanti gli amici che sulla sua bacheca Facebook hanno lasciato un pensiero, una frase o uno scatto insieme per ricordare con nostalgia i momenti trascorsi insieme. «Un ragazzo che emetteva luce - commenta una sua amica sulla bacheca - buon viaggio chicco». Ancora un'altra ragazza, Letizia, scrive: «Ieri sera ti ho scritto un messaggio prima di addormentarmi consapevole che in qualche modo riuscirai ancora a connetterti con noi. La tua visione delle vita ti ha fatto affrontare questa lotta con un’unicità che solo tu possedevi. Il tempo ci ha concesso poca quantità, ma la qualità dei momenti vissuti insieme sarà difficile da battere. Guardo indietro e te ci sei, guardo avanti e so che ti vedrò in tante cose: pensieri, foto, ragionamenti, emozioni. Ora vola, vai dove la tua anima ti grida di andare, vibra con le emozioni positive che tanto cercavi, tanto te lo abbiamo già detto, noi non ti dimenticheremo mai». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al «ragazzo che emetteva luce»: Ali è morto a 30 anni

AnconaToday è in caricamento