Cronaca

Alcolici da asporto dopo le 22, delibera verso la modifica: chiarimenti e nuovi Daspo

Il sindaco ha annunciato una modifica per migliorare l'interpretazione della norma, ma verranno estese anche le zone di Daspo per chi crea problemi di ordine pubblico

L’ordinanza sulla movida sarà modificata con un chiarimento sul concetto di “bevande da asporto” e un allargamento delle zone di Daspo urbano per chi trasforma la movida in episodi di disordine pubblico. Ad annunciarlo è stato il sindaco Valeria Mancinelli, in risposta all’interrogazione del capogruppo Lega – MNS Marco Ausili. Il quesito del consigliere riguardava proprio l’interpretazione del concetto di “asporto” contenuto nella delibera che vieta la vendita di bevande alcoliche con queste modalità dopo le 22. Nello specifico: va considerato asporto solo l’uscita dal locale con la bottiglia sigillata o anche l’uscita dall’esercizio con la bevanda in un bicchiere e magari consumata in prossimità?

«Chiariremo che non è asporto se la consumazione avviene nelle prossimità dei dehors utilizzati- ha spiegato il sindaco- per farlo metteremo mano a una interpretazione della delibera stessa e con l’occasione provvederemo all’allargamento delle aree soggette a Daspo. Non criminalizziamo la movida- ha concluso la Mancinelli - lo sforzo sta nel distinguere chi crea reati da chi vuole semplicemente fare il proprio mestiere o vivere serate in tranquillità»
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcolici da asporto dopo le 22, delibera verso la modifica: chiarimenti e nuovi Daspo

AnconaToday è in caricamento