menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Nuove aggressioni agli autisti, i sindacati al Prefetto: «Steward a bordo dei bus»

La protesta di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti: «Episodi molto gravi, bisogna intervenire»

Autisti nel mirino dei balordi. Dopo l’aggressione subita da un dipendente della Conerobus a Falconara, dove un gruppo di bulli senza mascherina gli ha rivolto minacce, insulti e sputi perché non voleva farli salire a bordo, come da regolamento, ecco altri due episodi di violenza, denunciati dai sindacati.

Il primo a Falconara, questa mattina, dove un autista della linea Ancona-Senigallia è stato insultato da un ragazzo che, senza mascherina, era stato invitato a scendere dal mezzo: per tutta risposta lui si è messo a inveire contro il conducente, sputando sulla cabina di guida. Peggio è andata a un altro autista a Montecarotto, aggredito fisicamente da un giovane due giorni fa. Ora i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti alzano la voce. «Si tratta di vicende molto gravi - scrivono -. Considerando il persistere del fenomeno, chiediamo l’intervento del Prefetto e la presenza degli steward a bordo dei mezzi così da tutelare i conducenti che svolgono il loro lavoro». L’ordinanza regionale obbliga l’utilizzo della mascherina sugli autobus ma, secondo i sindacati, «la responsabilità non deve cadere sul conducente del mezzo il cui compito deve essere quello di guidare garantendo l’incolumità dei passeggeri e degli utenti della strada». 

Bulli senza mascherina, sputi e insulti all'autista 

«Indossi la mascherina»: il passeggero lo prende a testate

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuole chiuse in tutta la città: il sindaco firma l'ordinanza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento