Trecastelli: aggredito padre con figlio in braccio, trentenne denunciato

Dopo averlo minacciato, di averlo aggredito con schiaffi, pugni e calci, gli ha rotto anche il telefono cellulare per impedire che la vittima ne facesse uso per chiedere soccorso

I Carabinieri di Trecastelli hanno deferito in stato di libertà un trentaduenne osimano per minacce, lesioni personali e  danneggiamento aggravato. L’uomo è stato accusato di essersi presentato a casa di un residente del luogo – i fatti risalgono al novembre scorso – e, dopo averlo minacciato, di averlo aggredito con schiaffi, pugni e calci, rompendogli anche il telefono cellulare per impedire che la vittima ne facesse uso per chiedere soccorso.

Secondo quanto riportato dai carabinieri, nella colluttazione sarebbe stato coinvolto anche il figlio piccolo del denunciante, che in quel momento si trovava in braccio al padre.
I due, successivamente all’aggressione, si sono recati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Senigallia dove i medici li hanno giudicati guaribili rispettivamente in 5 giorni (il padre), e 10 giorni (il figlio).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento