Cronaca

Trecastelli: aggredito padre con figlio in braccio, trentenne denunciato

Dopo averlo minacciato, di averlo aggredito con schiaffi, pugni e calci, gli ha rotto anche il telefono cellulare per impedire che la vittima ne facesse uso per chiedere soccorso

I Carabinieri di Trecastelli hanno deferito in stato di libertà un trentaduenne osimano per minacce, lesioni personali e  danneggiamento aggravato. L’uomo è stato accusato di essersi presentato a casa di un residente del luogo – i fatti risalgono al novembre scorso – e, dopo averlo minacciato, di averlo aggredito con schiaffi, pugni e calci, rompendogli anche il telefono cellulare per impedire che la vittima ne facesse uso per chiedere soccorso.

Secondo quanto riportato dai carabinieri, nella colluttazione sarebbe stato coinvolto anche il figlio piccolo del denunciante, che in quel momento si trovava in braccio al padre.
I due, successivamente all’aggressione, si sono recati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Senigallia dove i medici li hanno giudicati guaribili rispettivamente in 5 giorni (il padre), e 10 giorni (il figlio).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trecastelli: aggredito padre con figlio in braccio, trentenne denunciato

AnconaToday è in caricamento