Cronaca Baraccola / Via Bruno Buozzi

«Fai posto alla nostra amica» e lo prendono a pugni: denunciati dopo 7 mesi

La polizia ha individuato gli autori del pestaggio di un 24enne a cui hanno spezzato un dente all'interno di un circolo: nei guai due trentenni

Foto d'archivio

Stava trascorrendo una tranquilla serata con gli amici al circolo privato Phoenix Latin Club di via Buozzi, ad Ancona, quando, per una banale discussione, era stato aggredito pesantemente da due sconosciuti che l’hanno mandato all’ospedale. I fatti risalgono all’aprile scorso: a distanza di 7 mesi gli agenti del Commissariato di Osimo sono riusciti ad identificare gli autori del pestaggio. Sono due trentenni originari della Repubblica Dominicana, uno residente a Porto Recanati, l’altro a Loreto: sono stati denunciati per lesioni aggravate. 

La vittima è un ragazzo di 24 anni, originario del Camerun, residente ad Osimo da tempo. Ai poliziotti aveva raccontato ciò che era avvenuto in quella sera d’aprile: si trovava nel locale, seduto nei pressi del bancone, quando è stato avvicinato da due ragazzi che gli hanno intimato di alzarsi dalla sedia per far posto a una loro amica. Senza nemmeno comprendere cosa stesse succedendo, il 24enne si è trovato sotto i violenti colpi dei due dominicani che, tra le varie contusioni, gli hanno pure spezzato un incisivo. Il ragazzo è stato trasportato all’ospedale di Osimo da un’ambulanza: è stato dimesso la sera stessa, ma ancora oggi si sottopone a cure odontoiatriche.

Dopo mesi di accurata indagine, gli investigatori sono riusciti a risalire agli autori del pestaggio: sono ancora in corso accertamenti per verificare il rapporto tra i due dominicani e il circolo privato. Il questore potrebbe adottare nei loro confronti una misura di prevenzione personale, in quanto entrambi hanno precedenti per reati contro la persona, il patrimonio e uno dei due per maltrattamenti in famiglia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Fai posto alla nostra amica» e lo prendono a pugni: denunciati dopo 7 mesi

AnconaToday è in caricamento