Osimo: vuole denunciare il padre ma aggredisce i carabinieri

Un giovane è andato a sporgere denuncia contro il padre ma ha dato in escandescenze e prima ha preso a calci e pugni la porta della caserma, poi ha aggredito i militari arrivati per calmarlo

Arriva in caserma per denunciare una violenza subita, ma perde le staffe e aggredisce i carabinieri. È successo a Osimo alle 4 e 30 del mattino di oggi: il cittadino tunisino Z. R., 21 anni, si è presentato al Comando osimano per formalizzare una denuncia di lesioni contro il padre. Secondo la testimonianza resa il giovane era rientrato a casa alle 3 del mattino dopo una serata trascorsa in discoteca a Porto Recanati, in cui aveva bevuto parecchio, e il genitore lo aveva prima rimproverato, poi ripetutamente percosso al volto e infine cacciato di casa.

Il militare di servizio, viste le condizioni di alterazione del giovane e le ferite al volto, l’ha invitato a recarsi prima al pronto soccorso – per le cure mediche e per il referto – e poi a tornare per formalizzare la denuncia. A quel punto il 21enne è scattato senza motivo urlando ed imprecando contro il militare, sferrando calci e pugni contro il portone della caserma.
È dovuta intervenire una pattuglia di rinforzo per cercare di calmare il giovane, che ha aggredito anche gli altri carabinieri in una colluttazione che ha visto ferito un militare alla mano.
Finalmente gli uomini dell’arma sono riusciti a immobilizzarlo: una volta svolti i controlli i carabinieri hanno potuto appurare che il ragazzo era stato già fermato il 28 gennaio per reati analoghi dalla Polizia di Osimo, avendo assunto un comportamento aggressivo, violento e furioso.

Nell’udienza, che si è  tenuta alle ore 14 di oggi, è stato convalidato l’arresto e su richiesta della difesa è stato ammesso il patteggiamento, che si è concluso con la condanna alla pena di tre mesi di reclusione e la sospensione della stessa se non detenuto per altra causa. Pertanto il giovane arrestato è ritornato in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento