Cronaca

Largo Cappelli: aggredisce la fidanzata e colpisce un poliziotto

E' successo tutto venerdì notte. I due passeggiavano lungo largo Cappelli, di fronte all'ex Umberto I, quando è scoppiata la furiosa lite. La donna si è spaventata e ha così chiamato la Polizia e l'uomo non l'ha presa bene

Litiga con la fidanzata in strada nel cuore della notte. Una vera rissa verbale che, all’arrivo dei poliziotti si è trasformata in oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. E’ successo tutto venerdì notte. Protagonista un operaio anconetano di 44 anni.  Al momento dell’intervento dei due agenti chiamati proprio dalla ragazza dell’operaio, quest’ultimo sarebbe andato su tutte le furie e avrebbe colpito alla testa un agente. Processato ieri per direttissima, l’uomo ha patteggiato 8 mesi.

Erano le 3 di notte quando i fidanzati erano usciti da una festa e stavano passeggiando lungo via Cappelli, in direzione corso Amendola, quando è scoppiato il litigio. Urla e parole pensanti. L’uomo non era più in sé e la donna, che si era spaventata, ha chiamato la Polizia. All’arrivo della pattuglia, l’uomo è andato su tutte le furie e ha oltremodo aggredito la sua donna, urlandole contro, fino a buttarla per terra con uno spintone. A quel punto un agente è intervenuto in difesa della ragazza. E’ lì che l’operaio ha aggredito il poliziotto con un colpo alla testa. Niente di grave, l’agente ne avrà per 3 giorni. Ma l’aggressore è stato arrestato e condannato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Largo Cappelli: aggredisce la fidanzata e colpisce un poliziotto

AnconaToday è in caricamento