Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Chiede aiuto perché il compagno l'ha picchiata, poi aggredisce gli agenti e danneggia la volante: in manette 45enne

L'episodio avvenuto a notte fonda in zona Posatora: dopo aver cercato di colpire i poliziotti, ha sfondato a calci il finestrino dell'auto dove le forze dell'ordine l'avevano fatta salire

ANCONA – A notte fonda le Squadre Volanti sono intervenute in zona Posatora in quanto una donna, sulla linea della locale Sala Operativa, aveva chiesto aiuto, riferendo di essere stata picchiata dal suo compagno a seguito di una lite animata avvenuta nella sua abitazione, fornendo solo il proprio nome e l'indirizzo dell'abitazione, per poi interrompere all'improvviso la comunicazione. Poi all’arrivo delle volanti, il raptus della 45enne che si è scagliata prima contro gli agenti e quindi ha danneggiato la vettura di servizio nella quale era stato portata dalle forze dell’ordine.

Mentre i poliziotti si sono recati immediatamente sul posto, venivano raccolte le informazioni sull'utenza e l'intestataria della segnalazione, nonché sulle utenze del proprietario dell'abitazione interessata. Una volta arrivati, dopo aver insistentemente provato a mettersi in contatto con le utenze, il proprietario ha aperto il cancello consentendo agli agenti di raggiungere l'appartamento. L'uomo, di circa 72 anni, sorpreso della loro presenza ma collaborativo, ha riferito che effettivamente aveva avuto con la sua compagna un diverbio ma mai passato alle vie di fatto, di trascorso l'intera giornata al mare mangiando e assumendo bevande alcoliche anche una volta rientrati a casa.

La situazione è degenerata con l’arrivo della donna, visibilmente alterata dall'abuso di alcol (evidente anche nell’incapacità di contestualizzare frasi di senso compiuto), che dapprima si è rifiutata di giustificare il rossore che presentava su una parte del viso, poi si è scagliata sul compagno aggredendolo con calci e afferrandolo per il collo. Una volta allontanata, la donna – una cittadina italiana di 45 anni – ha indirizzato la sua ira verso gli agenti, prima colpendone uno con pugni e poi brandendo una sedia, cercando di colpire gli altri. Trascinata all’interno della volante, ha quindi sfondato con fortissimi calci il vetro dello sportello dell'autovettura.

Accompagnata presso gli uffici della Questura, gli ulteriori accertamenti hanno fatto emergere diversi precedenti penali per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, per lesioni personali e percosse, inoltre, di avere in atto una misura giudiziaria emessa dal Tribunale di Ancona. La donna è stata tratta in arresto, per resistenza a pubblico ufficiale e per danneggiamento, e dopo essere stata visitata dai sanitari presso il Pronto soccorso e dimessa, é stata posta a disposizione del Giudice competente che, nel pomeriggio di oggi, ha convalidato l'arresto, disponendo nei suoi confronti l'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede aiuto perché il compagno l'ha picchiata, poi aggredisce gli agenti e danneggia la volante: in manette 45enne
AnconaToday è in caricamento