Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Aeroporto delle Marche, i sindacati: «Situazione grave, ma giunta non ha interesse»

Il segretario della Fit-Cisl Marche, Roberto Ascani, si dice estremamente preoccupato per le sorti dell'aeroporto delle Marche, a Falconara

«La nuova giunta regionale non ha manifestato finora un interesse tangibile alle vicissitudini del trasporto aereo nelle Marche». E' l'affondo del segretario della Fit-Cisl Marche, Roberto Ascani, che si dice estremamente preoccupato per le sorti dell'aeroporto delle Marche, a Falconara. Il sindacalista chiede l'immediata costituzione del tavolo permanente di confronto con la Regione per affrontare le problematiche del trasporto aereo. "Non si deve perdere tempo- dice Ascani in una nota-. Il comparto sta attraversando una crisi senza precedenti: serve una svolta nelle politiche di sostegno per i lavoratori, ma anche una programmazione che sappia cogliere i segnali di ripresa del mercato. Servono investimenti appetibili ed esigibili che interrompano l'isolamento in cui l'aeroporto delle Marche sta scivolando lentamente. La societa' di gestione e' in difficolta' mentre i bandi promossi dalla Regione vanno regolarmente deserti o quasi". La speranza iniziale del sindacato, legata al fatto che il governatore, Francesco Acquaroli, avesse tenuto per se' la delega all'Aeroporto, e' al momento svanita. "Ad oggi il confronto non e' mai decollato e di aerei in pista non se ne vedono ne' se ne vedranno a breve- conclude Ascani-. Sarebbe un vero peccato disperdere gli investimenti fatti, le professionalita' dei lavoratori e la determinazione di un investitore privato: il territorio subirebbe un contraccolpo fatale in termini di occupazione diretta ed indiretta e di indotto economico attivabile. Servono confronto e risorse economiche dallo Stato e dal territorio per cogliere immediatamente la ripresa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto delle Marche, i sindacati: «Situazione grave, ma giunta non ha interesse»

AnconaToday è in caricamento