Aeroporto di Falconara, Confartigianato: «Chiuderlo sarebbe una grave perdita»

Inoltre l'Aeroporto, secondo Confartigianato Imprese, va visto come una infrastruttura che non vede solo l'impegno degli occupati diretti, ma anche tutto l'indotto dal trasporto

Valdimiro Belvederesi presidente di Confartigianato Imprese Ancona - Pesaro e Urbino invita tutte la parti coinvolte nel futuro dell'Aerdorica ad uno sforzo congiunto per salvare una infrastruttura strategia per lo sviluppo della regione Marche. Confartigianato ha chiesto uno sforzo alle OOSS, al Cda ed al socio di maggioranza cioè la Regione Marche ha ricercare senza indugio una intesa fra le parti ed a lavorare per il futuro dell'Aeroporto. «Tramite l'Aeroporto è possibile collegarsi velocemente in Europa e nel Mondo ciò vale sia per la mobilità delle persone che delle merci - ha affermato la Confartigianato -  Il nostro sistema produttivo oggi più che mai ha bisogno di collegamenti veloci sia per le relazioni commerciali che per collocare le merci nei diversi paesi europei e nei continenti. Merci che nel caso del trasporto aereo sono di grandi qualità e valori, quindi una penalizzazione per le Marche inaccettabile.»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre l'Aeroporto, secondo Confartigianato Imprese, va visto come una infrastruttura che non vede solo l'impegno degli occupati diretti, ma anche tutto l'indotto dal trasporto, persone e merci, ai servizi ed alle forniture. Quindi un complesso di occupazione e di prospettive rilevanti e dopo la chiusura di Rimini rimangono per le Marche, nel caso di fallimento dell'Aerdorica, i collegamenti di Pescara, Perugia e Bologna quindi percorrenze non indifferenti e costi in termini di denaro e tempo ancora maggiori per i collegamenti che faranno sicuramente arretrare la nostra economia produttiva e turistica. In questo contesto Confartigianato ha invitato nuovamente tutte le parti ad attuare iniziative di grande "buon senso" superando gli egoismi e puntando ad un piano industriale credibile che permetta con una gestione oculata di individuare nel breve termine un partner forte che possa permettere sia il risanamento dell'Aerdorica che lo sviluppo del traffico aereo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, malore mentre si trova in acqua: muore un 69enne

  • Addio Tiziana, sconfitta da un male spietato: una vita dedicata al suo ristorante

  • Ladri scatenati, scappano con oro e Rolex: i residenti scendono in strada armati

  • Racconto-choc di una bimba in spiaggia: «Volevano rapirmi». Indagini in corso

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

  • CRN, consegnato al suo armatore il nuovo mega yacht da 62 metri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento