Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Acquaroli: «No nuove restrizioni», poi torna su "Immuni" e indica la Lorenzin

Il governatore esclude, almeno per ora, misure più stringenti legate all'aumento dei contagi. Poi torna su "Immuni" e cita la scelta della Lorenzin

Il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, ha escluso per ora provvedimenti più stringenti legati all’aumento di contagi da Coronavirus: «Il numero di contagi è in aumento, ma quello dei ricoverati è sotto controllo» ha detto Acquaroli, intervenuto a Torrette per la presentazione del servizio di elisoccorso notturno e della nuova area O.B.I. «E’oggi che bisogna mettere in campo tutte le misure di prevenzione con messaggi chiari, semplici e univoci. Ora misure stringenti non hanno senso, anche perché questi contagi hanno un impatto sul sistema sanitario che è ancora controllabile. Non bisogna fare allarmi, ma essere in allerta per evitare a chiusure che sarebbero devastanti per la tenuta del nostro sistema economico e sociale».

Il governatore è poi tornato a parlare della sua scelta di non scaricare l’app “Immuni”: «Quella frase è stata estrapolata da una mia dichiarazione in una trasmissione televisiva, io non sono l’unico a non aver scaricato l’app- ha detto Acquaroli- Ricordo che l’ex Ministro della salute Beatrice Lorenzin, che purtroppo è risultata positiva qualche giorno fa e a cui vanno i miei auguri, ha dichiarato di non averla scaricata. Il Governo fa gli appelli, ma “Immuni” è stata scaricata da una percentuale bassissima della popolazione e credo sia più utile comunicare con chiarezza quali sono gli atteggiamenti e le misure da mettere in campo per evitare i contagi. Ci sono delle materie per le quali il Governo ha lasciato delle libere opinioni ai cittadini e io, da libero cittadino, ho dato la mia opinione». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquaroli: «No nuove restrizioni», poi torna su "Immuni" e indica la Lorenzin

AnconaToday è in caricamento