Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Accoltella l’amico alla festa in villa, va agli arresti domiciliari

Braccialetto elettronico per il 19enne che giovedì della scorsa settimana ha ferito con un fendente alla schiena un minorenne

ANCONA - Arresti domiciliari per il 19enne che giovedì della scorsa settimana aveva sferrato una coltellata ad un 16enne, durante una festa in villa, alla Baraccola. Il giudice per le indagini preliminare ha firmato la misura cautelare per il rischio di reiterazione del reato e inquinamento delle prove. Il giovane, di origine dominicana, nato ad Ancona, dovrà stare a casa con il braccialetto elettronico. È accusato di tentata estorsione, lesioni aggravate dall’uso di un’arma e detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. Durante la festa, per un presunto debito di droga, il 19enne e il 16enne avrebbero litigato. Nel corso del diverbio il più grande avrebbe estratto un coltello dalla tasca colpendo il minorenne, anconetano, alla schiena. Quest’ultimo ha avvisato poi i genitori che lo hanno portato in ospedale ma era già la mattina di venerdì. È rimasto in osservazione in Chirurgia poi è stato dimesso con dieci giorni di prognosi.

Sul caso indaga la squadra mobile. Per la misura cautelare il 19enne, difeso dall’avvocato Michele Di Ruggero, dovrà affrontare nei prossimi giorni l’interrogatorio davanti al gip. La sua posizione si aggrava perché ha già un procedimento al tribunale dei Minorenni. Si sarebbe reso protagonista di una rapina ad un adolescente, in piazza Cavour, avvenuta il 30 agosto del 2021, quando era ancora minorenne, insieme anche ad un altro giovane. Dovrà affrontare l’udienza preliminare il prossimo 3 ottobre. Rischia di essere rinviato a giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltella l’amico alla festa in villa, va agli arresti domiciliari
AnconaToday è in caricamento