L'accademia d'arte lirica di Osimo non si è mai fermata

Un'attività complessa che ha visto approfondire la corretta dizione e la comprensione dei testi da parte degli allievi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

L'Accademia d'Arte Lirica di Osimo durante il periodo di lockdown non si è fermata. Le direttive del governo hanno imposto la sospensione della normale attività didattica e concertistica da parte della storica istituzione osimana, tuttavia le lezioni sono proseguite a distanza. Grazie alla moderna tecnologia, gli allievi dell'Accademia sono impegnati nella lettura dei libretti di alcune opere, accompagnati in questa attività dal Direttore artistico Vincenzo De Vivo: primi nella lista quelli di Da Ponte per Mozart, Le Nozze di Figaro, Don Giovanni e Così Fan Tutte. Si prosegue con Don Pasquale e Lucia di Lammermoor, entrambi musicati da Donizetti. Un’attenzione particolare è stata destinata ai testi in italiano messi in musica da Beethoven (spesso su versi di Pietro Metastasio).

Un'attività complessa che ha visto approfondire la corretta dizione e la comprensione dei testi da parte degli allievi, che provengono da dieci paesi di tre continenti. In attesa quindi di poter riprendere la normale didattica, l'Accademia si è organizzata con diverse attività da remoto, che hanno visto anche la partecipazione di alcuni ex allievi, molto interessati a questa proposta formativa, fianco a fianco alle nuove leve della storica istituzione osimana. I corsi online proseguiranno anche per il mese di Giugno.

Torna su
AnconaToday è in caricamento