Avrebbe costretto la compagna a fare sesso, buttafuori a processo

Le presunte violenze, dalle minacce allo stalking passando per gli abusi sessuali, si sarebbero consumate all'interno di una relazione durata un anno. L'imputato respinge ogni accusa

Avrebbe costretto l’allora fidanzata ad avere rapporti sessuali contro la sua volontà, poi ci sarebbero state minacce, ingiurie, lo stalking e almeno in un caso una violenta aggressione, consumata nell’auto di lui. Secondo quanto riportato dalla stampa i fatti risalirebbero al periodo compreso tra marzo 2009 e marzo 2010 e vedrebbero come protagonisti A.L., 41enne di Senigallia, di professione addetto alla sicurezza nei locali, e la sua ex compagna, una cittadina rumena, di 30 anni, ballerina di nightclub.

I due si erano conosciuti e innamorati in un locale del senigalliese, per intrecciare una relazione, durata circa un anno, nel contesto della quale sarebbero avvenute le violenze.
L’imputato respinge tutte le accuse, portando a dimostrazione il fatto – come si apprende dalla difesa – che la ragazza sarebbe rimasta con l’uomo anche a seguito delle presunte molestie, e che avrebbe prestato servizio in maniera regolare nel weekend della presunta aggressione.
Il dibattimento processuale proseguirà la prossima settimana.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento