Cronaca

Entrano a mani vuote, escono con i sacchi in spalla: denunce per contraffazione e sequestri

Una fabbrica clandestina in casa e un'azienda che replicava scarpe di noti marchi. Duplice operazione della Guardia di finanza

La Guardia di finanza di Fermo ha scoperto nei giorni scorsi una piccola fabbrica clandestina all’interno di un’abitazione privata, gestita da cittadini extra-comunitari, in cui si realizzavano capi contraffatti con l’apposizione di etichette e stampe di note griffe. In un caso distinto, ma sempre in materia di contraffazione, i militari  hanno effettuato dei sequestri in un’azienda attiva nel settore calzaturiero, che aveva lanciato la collezione estiva utilizzando un modello di suola coperto dal diritto d’autore.

Nel caso dell’opificio, i militari hanno messo in atto una serie di appostamenti che hanno accertato il continuo andirivieni di persone. Queste entravano a mani vuote e uscivano con dei sacchi comunemente utilizzati dai venditori ambulanti sulle spiagge. Al termine delle due attività sono stati sequestrati circa 400 capi d’abbigliamento, stampi per riprodurre illecitamente le suole, una macchina da cucire ed un ferro da stiro. Materiale che, secondo i militari, venivano utilizzati per realizzare i capi contraffatti. Sono stati inoltre sequestrati dei blocchetti di appunti riepilogativi dei quantitativi, delle tipologie di vestiario e dei nomi delle varie marche commercializzate. I rispettivi responsabili sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Fermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entrano a mani vuote, escono con i sacchi in spalla: denunce per contraffazione e sequestri

AnconaToday è in caricamento