Ex Convento San Francesco, una risorsa per la città caduta nel dimenticatoio

A riportare l'attenzione sulla struttura è 60100 Ancona che ha aderito all'iniziativa del FAI, " I Luoghi del cuore". Tombolini: "Abbiamo chiesto al Comune di ripulire a spese nostre l'area infestata da erbacce ma non abbiamo avuto risposta"

Un posto che potrebbe essere restituito alla cittadinanza e valorizzato dal punto di vista turistico. Stiamo parlando dell'ex Convento San Francesco, situato tra Via Fanti e Via Orsini, ormai abbandonato da decenni e sull'orlo del collasso. "60100 Ancona" ha aderito all'iniziativa del FAI (Fondo Ambiente Italiano) denominata "I Luoghi del Cuore 2014" sposando la causa dell'ex Convento San Francesco.  

«Dopo aver fatto un sopralluogo con un funzionario del comune per renderci conto dello stato dei luoghi, abbiamo chiesto l'autorizzazione per ripulire, a nostre spese, l'area circostante invasa da erbacce per consentire l'accesso al giardino alla stampa e ai cittadini- spiega Stefano Tombolini, capogruppo 60100-. Da oltre un mese non abbiamo avuto risposta, se non  dei "vedremo". Il convento è caduto nel dimenticatoio, in Comune non tutti sanno che fa parte del patrimonio comunale. Noi vorremmo valorizzare l'area in termini turistici. C'è un bellissimo giardino e poi, ci sono i resti del convento. Chiederemo delle risposte e chiederemo ufficialmente di poterlo avere in concessione d'uso per valorizzarlo a fini turistici ed urbani».

Durante il breve sopralluogo effettuato, è emerso il degrado avanzato dell'edificio. Ci sono crepe, vetrini spia rotti, cedimento del solaio al piano terra. Il piano di calpestio invece resta invaso dal guano dei piccioni e il piazzale davanti recintato a discolpa di eventuali responsabilità.

«Una situazione indecorosa, pensando all'importanza e all'imponenza dell'opera che dovrebbe essere al centro dell'agire amministrativo e politico e invece, nell'indifferenza più totale, evita di agevolare chi, come stiamo cercando di fare noi, prova a portare iniziative che, a costo zero grazie al coinvolgimento dei privati e alla capacità del FAI, potrebbero essere una soluzione efficace per la sistemazione dell'ex Convento, restituendolo finalmente alla città» conclude Tombolini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento