Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Fabriano, «Ho una pistola e vi ammazzo tutti»: condannato per stalking

Non si era mai rassegnato alla fine della storia e così aveva cominciato a perseguitarla. Prima solo con qualche telefonata ed sms. Poi con insulti. Fino ad arrivare a pesanti minacce di morte rivolte non solo a lei ma anche ai suoi genitori

Non si era mai rassegnato alla fine della storia con la sua ex e così aveva cominciato a perseguitarla. Prima solo con qualche telefonata ed sms. Poi con insulti pesanti: “Sei la più grande prostituta di Fabriano, non è rimasto nessun uomo che non ti abbia portato a letto”. Alla fine la vittima, sempre più provata, decise di dove denunciare tutto quando il 28enne chiamò a casa i genitori minacciandoli di avere una pistola e che l'avrebbe usata contro di loro e la figlia. E’ così finito a processo un 38enne di Fabriano, oggi condannato a 18 mesi per stalking dal giudice monocratico di Ancona. Per l’uomo la pena è sospesa, mentre in sede civile si deciderà quanto lui dovrà risarcire alla donna per quei 12 mesi di calvario, dal maggio 2009 al giugno 2010. 

Iniziò tutto quando lei, una ragazza di 32 anni, aveva scoperto che l’uomo che amava era sposato e così aveva deciso di lasciarlo. Ma lui non ha mai voluto rinunciare a lei e pur di riaverla ha dato inizio a mesi di persecuzione, non solo verso di lei ma anche eni suoi parenti. Si presentava al posto di lavoro della ragazza dicendo a tutti i suoi colleghi come quanto lei fosse una prostituta, paragonandola addirittura agli animali. Lei aveva anche cambiato numero di cellulare ma niente. Lui continuava a scoprire sempre il nuovo numero e le scriveva, lasciandola intendere di essere pedinata, osservata, anche quando meno se lo sarebbe aspettata. Bastava un sms in cui lui descriveva nei minimi dettagli come fosse vestita in quel momento. i mesi passavano e l’angoscia si moltiplicava. Alla fine la vittima, sempre più provata, decise di dove denunciare tutto quando il 28enne chiamò a casa i genitori minacciandoli «Ho una pistola. Vi ammazzo tutti e vi brucio casa». A quel punto i carabinieri di Senigallia hanno indagato fino a raccogliere le prove sufficienti per arrivare alla condanna in primo grado dell’uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabriano, «Ho una pistola e vi ammazzo tutti»: condannato per stalking

AnconaToday è in caricamento