menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta al dissesto e ricostruzione, esce il bando per creare albo di imprese

In arrivo fondi per 100 milioni di euro. Netti: «Gli obiettivi? Recuperare celerità negli interventi e far lavorare le imprese marchigiano»

Il Consorzio di Bonifica delle Marche fa uscire il bando per creare un albo di imprese e professionisti del territorio che intendano collaborare per i lavori di lotta al dissesto idrogeologico e per la ricostruzione post sisma. Ad annunciarlo ieri mattina a Civitanova Marche, di fronte ad un’affollata platea accorsa nonostante le pessime condizioni meteo, è stato il presidente del Consorzio, l’avvocato Claudio Netti, che ha presentato l’idea di creare una rete di professionisti marchigiani in grado di dare il via ad una serie di cantieri aperti contemporaneamente per lottare celermente contro il dissesto e per la ricostruzione.

“La Regione Marche – ha annunciato Netti – sta firmando il primo Accordo di programma quadro con cui intende avvalersi del Consorzio sul modello di quanto è già avvenuto con i lavori per la ricostruzione delle stalle post sisma. Per combattere il dissesto sono già previste risorse per 100 milioni di euro. Come sempre, noi vorremmo coinvolgere nei lavori le imprese e i professionisti del nostro territorio, che ci permettano di lavorare su più fronti contemporaneamente, dando così celerità ed efficienza agli interventi, nel pieno rispetto del codice degli appalti. L’iniziativa del Consorzio vuol tirare fuori da professionisti e imprese l’orgoglio di appartenenza al territorio. Dobbiamo scrollarci di dosso l’idea, spesso cavalcata da taluno per motivi elettorali, che nelle Marche non sappiamo fare bene. Vi mostreremo le capacità del“sistema Marche”, in grado di fare le cose in maniera sicura, veloce e spendendo i soldi giusti”.

“Per la prima volta, dopo molti decenni, abbiamo trovato cospicue risorse per iniziare un lavoro di riassetto del nostro territorio – afferma l’assessore regionale Angelo Sciapichetti - . Questo è stato possibile grazie all’impegno del Governo nazionale, che ha destinato alle Marche 100 milioni di euro, che si sommano ad altri 170 milionideliberati una settimana fa per il dissesto dei territori colpiti dal sisma. La Regione ha individuato il Consorzio come il suo braccio operativo per realizzare opere attese da anni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento