Se la dispensa diventa un nido di insetti: come salvare il cibo (quando si può)

Basta un pacco di biscotti chiuso male et voilà, la dispensa diventa la tana di insetti, farfalline o addirittura terme e larve. Come pulire il ripostiglio e salvare il salvabile

Basta un pacco di biscotti chiuso male et voilà, la dispensa diventa la tana di insetti, farfalline o addirittura terme e larve. La conseguenza è inevitabile: cibo nella spazzatura e tanto olio di gomito per pulire il ripostiglio. Per quest’ultimo, caso ci sono alcuni consigli che possono aiutarvi a farlo senza perdere le staffe. 

Addio insetti che puzzano: come eliminare le cimici

Togli tutto 

Il primo passo è ovviamente quello di svuotare la dispensa, selezionando le confezioni chiuse da quelle aperte e “visitate”. Come già accennato, i cibi che sono entrati a contatto con gli insetti vanno gettati via anche in caso di minimo dubbio. Se invece il cibo è contenuto in barattoli, dobbiamo gettare il contenuto e lavare il contenitore per eliminare ogni residuo.

Pulisci a fondo

Una volta svuotata la dispensa, è arrivato il momento di mettere le scatole ancora buone in frigorifero per un paio di giorni.  Ora non vi resta che pulire i ripiani e le mensole. Non vedete insetti? Può essere normale, non è strano che siano nascosti in qualche angolino, magari per deporre le uova quindi procedete ugualmente. Il modo migliore è usare un detersivo disinfettante del tutto naturale. La soluzione più indicata è quella di preparare un composto a base di aceto e acqua. Con un panno inumidito ripulite l’eccesso e con un panno in microfibra asciugate l’interno. A questo punto è arrivato il momento di sistemare e rimettere a posto il cibo confezionato. Per tenerli al sicuro, meglio se conservate la pasta, il pane o la farina in barattoli di vetro chiusi ermeticamente.

La foglia di alloro

Una volta che avete ripulito ed eliminato i cibi contaminati è importante evitare che gli insetti ritornino. Per prevenirne la formazione potete sistemare qualche foglia di alloro nella dispensa. Il loro aroma per gli insetti è forte e quindi li fa allontanare.

Gli oli essenziali

Se non volete usarel'alloroa, potete creare una miscela con acqua e olio essenziale di arancia, lavanda, menta o citronella, tutti aromi forti che disturbano le farfalline.

Limone e cetriolo

Anche l’essenza di limone e cetriolo non piace agli insetti, per questo potete posizionare fette fresche all’interno della dispensa, da sostituire quando si seccano.
Nonostante tutti questi accorgimenti per essere sicuri che le farfalline siano sparite potere incollare del nastro biadesivo all’interno delle pareti del mobile. Se dopo alcuni giorni trovate degli insetti sulla parte adesiva, vuol dire che altri alimenti sono stati contaminati, quindi dovete provvedere ad una nuova pulizia approfondita.

Disinfestazione ad Ancona 

Nel 99% dei casi non occorre chiamare delle ditte di disinfestazine per pulire una dispensa. Ma se proprio rientrate nel caso limite, ecco alcuni contatti utili.

AnconAmbiente 

Quark Srl

Clean Service 

Eco Service 

Anfil 

L’Anconitana 2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acquisto casa, giù i mutui ad Ancona: tutti i dati di provincia e regione

  • Rustici e casali, guida all'acquisto: cosa osservare prima di comprare

  • Anche il balcone si veste a festa, le migliori decorazioni natalizie per l'esterno casa

  • Albero e luci, occhio alla sicurezza: i pericoli degli addobbi natalizi e come evitarli

Torna su
AnconaToday è in caricamento