Via germi e batteri, come sanificare casa e bucato con delle semplici miscele

La sanificazione di ambienti domestici, biancheria e lenzuola per eliminare germi e batteri

Igienizzare e disinfettare sono spesso termini usati come sinonimi, ma non lo sono. L’igienizzazione è la pulizia approfondita delle superfici, che però non garantisce l’eliminazione di tutti i batteri. Disinfettare, invece, significa agire specificatamente su di loro con il fine di debellarli e quindi utilizzando prodotti specifici testati in laboratorio. 

Acqua e aceto 

Un buon disinfettante fai da te è la soluzione acqua ossigenata + acqua + aceto. La miscela è composta da 500 ml di aceto bianco, 400 ml di acqua e 50 ml di acqua ossigenata e può essere spruzzata, tramite nebulizzatore, sulle superfici da disinfettare. 

Vapore

Il getto di vapore su una superficie contribuisce eccome all’eliminazione di germi e batteri. Non a caso in commercio esistono pulitori a vapore tra i 60 ai 130 euro. In caso di pavimenti è consigliabile procedere prima alla pulizia con scopa o aspirapolvere, in modo da “preparare il terreno” (letteralmente) alla pulizia con vapore. Occhio anche al filtro del generatore di vapore, che deve essere sempre pulito (basta detergerlo con acqua calda). Attenzione, il getto di vapore può danneggiare le superfici in vetro o altre superfici in materiale delicato. 

Per lenzuola e federe 

Gli esperti raccomandano di lavare lenzuola, federe, coprimaterassi etc con a temperatura di 90° con l’aggiunta di un additivo igienizzante che si trova comunemente in commercio. Il consiglio di buonsenso è quello di procedere al lavaggio subito dopo aver rimosso le lenzuola: depositarle a contatto con altri capi può portare a una eventuale contaminazione. Una volta fatto il lavaggio, è bene stendere tutto all’aria aperta per qualche ora. Al ciclo di lavaggio si può anche aggiungere un cucchiaio di bicarbonato di sodio o aceto. E i capi in seta? In questo caso il consiglio è di immergerli in una vasca di acqua tiepida con del detergente delicato. 

Candeggina e polvere sterilizzante 

E’ la soluzione ideale per la biancheria. I capi possono essere immersi in questa miscela per circa un’ora, poi si passa al normale lavaggio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Affittare in tempo di pandemia, cosa cambia con la “Clausola Covid” nella stipula

  • Dal Comune arrivano gli aiuti per pagare l'affitto, ecco come richiederlo

  • Potatura delle piante: tecniche e consigli per un risultato perfetto

  • Wi-fi in casa: è pericoloso per la salute? L’Istituto superiore di sanità smentisce 

  • Il riscaldamento che non si vede: vantaggi e svantaggi dei pannelli radianti

  • Cabina armadio, cosa c'è da sapere prima di costruirne una

Torna su
AnconaToday è in caricamento